Bioedilizia in legno: l’avanguardia alternativa alla muratura

Un settore in forte espansione anche nelle Marche, territorio ad alto rischio sismico. Il punto con il responsabile commerciale Andrea Subissati della Subissati Srl di Ostra Vetere

Il Municipio di Gabicce interamente realizzato in legno

OSTRA VETERE – L’edilizia in legno è un ambito in forte espansione. Lo conferma Andrea Subissati, responsabile commerciale della Subissati Srl di Ostra Vetere, azienda leader nel settore. Nata nel 1964 come ditta di produzione di strutture metalliche e tende militari, dagli anni Ottanta ha come core-business strutture in legno ed edifici ad uso residenziale.

Un vanto per l’industria marchigiana: l’associazione di categoria nazionale FederlegnoArredo classifica l’azienda, infatti, nel rapporto annuale 2018 (2° edizione), tra le prime tre come rating aziendale in Italia sotto il profilo finanziario e tra le prime 10 aziende per ricavi di settore in Italia.

Ma perché scegliere il legno? Per almeno tre buoni motivi

1) Perché è una soluzione rapida ed ecologica: tante sono le ragioni che lo rendono “green”. Innanzitutto la materia prima: gli alberi di foreste certificate PEFC (Programma per il riconoscimento di schemi nazionali di Certificazione Forestale) cioè per i quali l’abbattimento viene compensato con la piantumazione, in modo da assicurare un idoneo rimboschimento.

Anche i consumi sono ridotti. Secondo il parametro Nzeb (Nearly zero energy building), degli edifici a energia quasi zero, il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo dovrebbe essere coperto in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili. Le case in legno infatti consentono un pareggio di bilancio energetico. E i tempi sono rapidi: per le parti in legno tra il lavoro di prefabbricazione e quello in cantiere sono necessarie in tutto 15-20 settimane circa.

2) Perché è a prova di sisma: il legno è infatti un materiale leggero e flessibile “le masse in gioco sono molto basse”. Gli edifici a struttura in legno hanno alta capacità di dissipazione energetica che asseconda l’azione sismica.

3) Perché, ulteriore valore aggiunto, permette di dire addio a rumori e umidità. Le case in legno garantiscono assenza di ponti termici e rischi di condensa grazie alla cura dei dettagli, al grande isolamento termico a all’elevata permeabilità al vapore.

Andrea Subissati, responsabile commerciale di Subissati Srl di Ostra Vetere

Come racconta Andrea Subissati, sono numerosissimi i progetti realizzati nel centro-Italia dalla Subissati srl. «Non costruiamo solo case, ma anche scuole, come quelle di Palombina ad Ancona e Sirolo, o il bellissimo istituto scolastico di Sarnano e quello di Muccia, donati dalla Bocelli Foundation.

Di recente abbiamo anche fatto una casa di riposo a Francavilla d’Ete, che comprende quattro piani interamente in legno lamellare e il piano interrato in calcestruzzo. E non mancano chiese, palestre, campeggi, e palasport, come quello di Tavullia. Un grande lavoro l’abbiamo fatto anche a Gabicce, dove l’intero Comune è in legno».

Gli edifici in legno sono dunque sostenibili, resistenti e sicuri, ma anche confortevoli: il legno è più naturale e dona benessere. Se ben costruite, queste case hanno anche una manutenzione semplice e un costo competitivo, pari a 1300-1600 euro al metro quadro.

Alcuni esempi di edilizia in legno realizzati dall’azienda di Ostra Vetere