Donazione di organi, una scelta in Comune

Il comune di Maiolati Spontini aderisce all'iniziativa nazionale che dal 1° giugno dà possibilità ai cittadini maggiorenni, al momento del rilascio della carta d'identità, di dichiarare la propria volontà alla donazione in caso di morte

MAIOLATI SONTINI – Il comune di Maiolati Spontini aderisce al progetto “Una scelta in Comune”, l’iniziativa nazionale che dà la possibilità ai cittadini maggiorenni di dichiarare, al momento del rilascio o del rinnovo della carta d’identità, la propria volontà di donare organi e tessuti in caso di morte. Progetto avviato nel 2013, vede le Marche tra le prime Regioni d’Italia per numero di donatori dichiarati. Su 65 comuni coinvolti dall’iniziativa della Regione Marche, sono stati 6.184 i consensi alla donazione di organi su 7.184 cittadini interpellati, in termini percentuali si traduce con l’86,1% di assensi e il 13,9% di dinieghi.

Come funziona. La dichiarazione si rilascia all’ufficio dell’anagrafe in occasione del rilascio o rinnovo della carta d’identità, poi viene trasmessa al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute. Il comune di Maiolati Spontini ha proceduto, quindi, tramite l’Halley informatica, a modificare il software per il rilascio delle carte di identità. La possibilità di esprimere consenso o diniego partirà dal primo giugno. Sulla carta di identità non ci sarà nessun riferimento ma al cittadino verrà richiesto di esprimersi sottoscrivendo uno specifico modulo, del quale riceverà una copia. L’eventuale modifica della decisione resa all’Ufficiale di Anagrafe in merito alla dichiarazione degli organi, potrà avvenire in ogni momento all’Asur di appartenenza, presso il Comune in occasione del rinnovo del documento, presso il Centro Regionale Trapianti, all’Aido, o con una dichiarazione, in carta libera. Sottoscrivendo la dichiarazione di volontà positiva, i familiari non possono opporsi.