Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, a San Filippo l’ultimo addio all’attore Corrado Olmi

Il funerale sarà celebrato alle ore 14,30 poi la sepoltura nel cimitero comunale. Sarà l'ultimo commosso saluto della città al grande personaggio

Corrado Olmi

JESI- Domani, venerdì 5 febbraio, l’ultimo addio al grande attore jesino Corrado Olmi, 94 anni, deceduto a Roma il 29 dicembre scorso. Tornerà nella sua Jesi, Olmi, e qui riposerà per sempre. La terra dei sogni, dei primi applausi, quella che aveva lasciato da giovanissimo per andare a fare l’attore a Roma, ma dove tornava sempre quando voleva ritrovare le sue radici, rilassarsi e tornare a fare spettacolo sul palcoscenico del suo amato teatro Pergolesi.

L’attore jesino Corrado Olmi.

Sarà un commosso addio, un ultimo saluto che in tanti vorranno rivolgergli partecipando alla cerimonia funebre alle 14,30 nella chiesa di San Filippo, in corso Matteotti. A stringersi alle tre figlie, ci saranno tanti amici, artisti e personaggi del mondo della cultura, ci saranno gli Onafifetti con cui ha collaborato tante volte portando in scena vizi e virtù degli jesini, raccontando la società con ironia, sarcasmo e lucidità.

Immensa la filmografia – oltre 90 pellicole – e tanti premi che ci fanno ripensare con commozione a questo istrionico attore che ha portato il nome di Jesi nel firmamento delle stelle del cinema e del teatro. Molto attivo in campo teatrale, partecipò, in televisione, in diversi sceneggiati (Il conte di Montecristo) e varietà. Per il cinema, dalla metà degli anni cinquanta, ha preso parte a diversi film, solitamente in piccole parti. Per il film “La cena” (1998) di Ettore Scola vinse un Nastro d’argento al migliore attore non protagonista assieme a tutto il resto del cast. Nel 1993 ha ricevuto il premio “Una Vita per il Teatro” conferitogli in Campidoglio.