Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, arriva il divieto di Natale

Scatta l'interdizione al transito nel territorio comunale, da parte dei veicoli diesel di più vecchia immatricolazione, a decorrere dal 23 al 31 Dicembre 2019

|
|

JESI – Scatta il divieto di transito ai veicoli più inquinanti. Alla luce degli sforamenti ai valori limite delle polveri sottili, l’amministrazione Bacci ha deciso di interdire la circolazione per alcune categorie di mezzi in determinate fasce orarie, con particolare riferimento ai veicoli diesel pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, a benzina pre Euro, Euro 1, agli autobus urbani ed extraurbani diesel pre Euro e Euro 1, 2, 3, ai motocicli > 50 cm3 2 tempi pre Euro e ai Ciclomotori s 50 cm3 pre Euro.

Il divieto parte a decorrere dal 23 dicembre e si protrarrà fino al 31 Dicembre 2019. Sarà in vigore nei giorni del lunedì e venerdì di ogni settimana, nelle fasce orarie 8.30-12.30 e 14.30-18.30.

«È permesso l’utilizzo sia dei mezzi agricoli sia delle macchine operatrici nei cantieri e nelle zone agricole o di verde pubblico e privato, fermo restando che il trasporto dei medesimi nel luogo di impiego deve avvenire mediante altro veicolo consentito», spiegano dal Comune. La categoria Euro del proprio veicolo può essere verificata on line sul Portale dell’Automobolista del Ministero dei Trasporti, oppure puo’ essere dedotta dal bollo oltre che dal libretto di circolazione.

Il Comune può concedere permessi temporanei di transito, in deroga alle limitazioni della circolazione previste nel suo territorio, per singoli veicoli individuati dalla targa, per consentire lo svolgimento di attività produttive ed esclusivamente per i veicoli commerciali da trasporto merci in dotazione ad imprese. Possono circolare liberamente i mezzi di soccorso, le forze dell’ordine e di pubblica sicurezza e quelli utilizzati per trasporti sanitari.