Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Diocesi di Jesi, tanti cambi di programma a causa del Covid

Fra parroci positivi o in quarantena, mutano orari e celebrazioni in più centri. A Pianello Vallesina, chiesa chiusa e da sanificare mentre il vescovo don Gerardo Rocconi continua la sua convalescenza a casa

Il Duomo di Jesi

JESI – Fra parroci in isolamento o risultati positivi, fa i conti con il Covid la Diocesi di Jesi, costretta a comunicare una serie di cambiamenti di orari in diverse parrocchie e anche la chiusura di una chiesa in attesa di sanificazione. Fra i sacerdoti positivi, anche il vescovo di Jesi, don Gerardo Rocconi.

«Sono previsti – è la comunicazione- alcuni cambiamenti provvisori per le celebrazioni del fine settimana nelle parrocchie della diocesi di Jesi a causa della quarantena o positività al covid dei sacerdoti. Il vescovo don Gerardo, positivo al Covid da lunedì, continua la sua convalescenza a casa».

Nel dettaglio «per motivi precauzionali, il parroco don Fabio Belelli, negativo al Covid, è in quarantena per dieci giorni. Ha comunicato ai fedeli i nuovi orari per il fine settimana: sabato 13 febbraio alle 19 la Santa Messa sarà a Santa Maria fuori Monsano, domenica 14 febbraio alle 9 nella chiesa del Sacramento a Monsano e saranno celebrate da un altro sacerdote. Le altre Messe generalmente previste sono sospese. A San Marcello, dove pure è parroco don Fabio Belelli, sabato 13 febbraio alle 18 nella chiesa parrocchiale sono previste solo la liturgia della Parola e la distribuzione della comunione; domenica 14 la Messa sarà celebrata da padre Omer alle 11,15 ed è annullata la Messa delle 8».

Proseguendo, «a causa della quarantena fiduciaria del parroco di Castelbellino, don Maurizio Fileni, sono sospese le celebrazioni nelle chiese di Castelbellino e Monteroberto fino al 21 febbraio.  Il parroco di Pianello Vallesina don Alberto Balducci è positivo al covid ed ha comunicato ai parrocchiani che nel fine settimana la chiesa è chiusa poi si procederà alla sanificazione. Il sacerdote è a casa con lievi sintomi. A Cupramontana le celebrazioni festive e prefestive e del mercoledì delle ceneri saranno guidate dal diacono Paolo Tomassetti e da altri sacerdoti. Il parroco don Giovanni Rossi, risultato negativo all’ultimo tampone di due giorni fa, deve stare in isolamento fiduciario fino al 20 febbraio».