Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, sei mesi per demolire il vecchio ospedale

L'obiettivo dell'Asur Marche, sollecitata dal Comune, è di abbattere l'immobile di viale della Vittoria entro dicembre. L'amministrazione incrocia le dita

JESI – Un semestre di tempo, più o meno, per l’abbattimento del vecchio ospedale di viale della Vittoria. L’Asur Marche, proprietaria dell’immobile, conta di dare il via libera alle ruspe entro l’autunno. Nessuna nuova comunicazione è arrivata in Comune relativamente a eventuali slittamenti dei tempi. Dunque, la demolizione dell’immobile è confermata prima della prossima primavera. Anche perché nel 2020 è in programma il voto regionale, che potrebbe ovviamente posticipare tutte le operazioni.

L’amministrazione Bacci, che sollecita da tempo l’abbattimento del vecchio ospedale, incrocia le dita e si affida al nuovo codice degli appalti che, stando agli approfondimenti effettuati dai tecnici, consentirebbe di snellire le procedure burocratiche. Ammonterà a oltre un milione di euro l’intervento: il progetto definitivo è già stato approvato e le risorse ci sono. Non è dato sapere, ad eccezione di un’area di sosta, cosa verrà realizzato nell’area.

In merito all’ex laboratorio analisi e al Fatebenefratelli, che si affacciano su Corso Matteotti, è certa la demolizione del primo dei due alla luce dello stato di degrado e delle forti criticità strutturali. Riguardo all’ospedale storico del Corso, invece, si sta tentando di adattarlo con grosse difficoltà alle esigenze del liceo artistico, essendo un bene vincolato di interesse storico.

L’Asur Marche, intanto, continua le operazioni di smantellamento dei materiali ancora presenti nell’immobile di viale della Vittoria. In vendita cinque trasformatori elettrici e alcune schermature in piombo.