Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, al via la demolizione del Cepi per far spazio al centro Alzheimer

Ruspe a gennaio in via Finlandia negli spazi che ospitavano l'asilo nido. Al suo posto, la struttura finanziata dalla mega donazione del fumettista Cassio Morosetti

L'ex Cepi

JESI – Demolizione Cepi, assegnato l’appalto. Ruspe in azione a gennaio, appena terminate le festività, per l’abbattimento dell’ex asilo nido di via Finlandia, considerato non più sicuro a seguito delle scosse sismiche del 2016. La struttura venne immediatamnete sgomberata, trasferendo i bambini in altre  sedi. Sull’area, come ormai noto, sorgerà un nuovo edificio, che ospiterà la definitiva sede del Centro Alzheimer, attualmente sta ubicato in via temporanea nei locali ex Maschiamonte di via San Giuseppe.

Il progetto, che vedrà coinvolti i tecnici comunali con professionisti specialisti per interventi su particolari strutture, sarà calibrato per la tipologia di pazienti a cui è destinato. Distribuito in circa 450 metri quadrati in un unico livello, permetterà di ospitare oltre una ventina di pazienti. Una volta completato e arredato, sarà assegnato all’Asp per la relativa gestione. L’intera operazione,  come detto, è finanziata con 800 mila euro donati da Cassio Morosetti, il celebre umorista che da Milano, a 96 anni, ha chiamato il sindaco Massimo Bacci per comunicargli la volontà di dare un concreto segnale di vicinanza alla sua città natale.

«Sarà per questa Amministrazione – ha avuto modo di sottolineare il primo cittadino – un onore trovare il modo di rendere duraturo il senso di riconoscenza per questa donazione. Il nuovo centro per l’Alzheimer, infatti, è un obiettivo del programma di mandato che completa il centro demenze aperto provvisoriamente in via San Giuseppe, rendendo tale servizio ancora più strutturato e con una maggiore possibilità di accogliere ospiti».