Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Daniela Cesarini e Cassio Morosetti, Jesi rende onore a due grandi cittadini

Approvate questa mattina in consiglio comunale la cittadinanza onoraria al fumettista e la cittadinanza benemerita all'ex assessore comunista. L'aula consiliare si è espressa all'unanimità

Il consiglio comunale di Jesi
Il consiglio comunale di Jesi

JESI – La città ha un nuovo cittadino onorario, Cassio Morosetti, e una nuova cittadina benemerita, la compianta Daniela Cesarini. Questa mattina, il consiglio comunale ha approvato all’unanimità le due onorificenze per due grandi jesini.

All’ex assessore comunista, che nel 2013 ha scelto il suicidio assistito in Svizzera, è stata conferita la cittadinanza benemerita «come segno di particolare affezione e di riconoscenza della nostra Comunità, e quale testimonianza della significatività del gesto di liberalità compiuto a favore della Città, oltre ad una vita e ad un impegno spesi a sostegno delle fasce sociali più deboli». Cittadinanza onoraria, invece, per il fumettista, fra i “padri” della Settimana Enigmistica, «quale testimonianza della riconoscenza della Città a chi ha saputo dimostrare un alto senso civico ed un profondo attaccamento alle proprie radici»».

Entrambi si sono resi protagonisti di una donazione enorme a sostegno dei più deboli. Morosetti ha regalato 800 mila euro al Comune per la costruzione del nuovo centro Alzheimer, mentre la Cesarini ha lasciato in eredità tutti i suoi beni al Municipio affinché fosse realizzata una residenza protetta per persone disabili.

Le due mozioni, ratificate oggi all’unanimità, sono state presentate da Nicola Filonzi di Jesiamo, Maria Chiara Garofoli di Jesinsieme, Marco Giampaoletti di Insieme Civico, Giancarlo Catani di Patto x Jesi e dal presidente del consiglio comunale Daniele Massaccesi.