Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Daino finisce nel canale della centrale Enel di Castelplanio, salvato

L'intervento questa mattina verso le 10,30 in un canale secondario al momento in secca. L'animale è stato poi liberato in campagna.

Il capriolo recuperato
Il capriolo recuperato

CASTELPLANIO-Inizia con un salvataggio la giornata pre-ferragostana dei Vigili del fuoco di Jesi, chiamati questa mattina, 14 agosto, verso le 10:30 a recuperare un esemplare di daino adulto, una femmina del peso di circa una cinquantina di chili, finito accidentalmente dentro a un canale di scolo secondario della centrale Enel.

Il canale, profondo alcuni metri e situato in territorio di Castelplanio, era diventato una trappola per l’animale che nonostante i tentativi non riusciva a venire fuori. Erano già alcune ore che se ne stava laggiù.

A lanciare l’allarme è stata una donna che stava facendo una passeggiata in campagna a ridosso della centrale e si è accorta dell’animale che provava a saltare per uscire dal canale – per fortuna in secca, visto che la centrale è in attività – e tuttavia non riusciva a uscire. Ha quindi allertato il 115.

I Vigili del fuoco di Jesi, intervenuti sul posto insieme a un addetto del Centro Recupero Animali Selvatici della Regione Marche, sono riusciti a catturare l’esemplare con una rete calata dentro canale. Operazioni condotte con tutte le accortezze necessarie per metterlo in salvo senza ferirlo nè spaventarlo, ma che si sono rivelate fortunatamente meno complesse del previsto, la bestiola infatti non ha opposto resistenza, sfiancata com’era dal gran caldo e dalla stanchezza.

L’hanno quindi tirata fuori e legata per portarla in un luogo idoneo dove lasciarla libera. Il daino non era ferito, ma solo sfiancato dal caldo e dai numerosi tentativi di uscire da solo dal canale in cui era rimasto intrappolato. I pompieri lo hanno quindi portato a cinque chilometri di distanza, in un campo in aperta campagna e lo hanno liberato. Q

uesto di oggi è l’ennesimo salvataggio di daini e caprioli operato dai Vigili del fuoco: questi esemplari, che popolano le colline marchigiane, sono soliti scendere più a valle in questa stagione e capita spesso che vadano a finire dentro nel canale della centrale Enel – da Serra San Quirico fino a Moie – magari solo per abbeverarsi.