Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Cupramontana, stalking nei confronti della vicina. Nei guai un 50enne

L'uomo si rivolgeva alla donna minacciandola, la pedinava e la insultava. In queste ore gli è stato notificato il provvedimento che gli vieta ogni forma di avvicinamento e di contatto con lei

Foto d'archivio

CUPRAMONTANA – Si comunica che nel pomeriggio di ieri, martedì 2 febbraio, i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ancona hanno applicato la misura cautelare del divieto di avvicinamento ad un 50enne di Cupramontana, responsabile di stalking nei confronti della sua vicina di casa.

La vicenda trae origine dalle denunce effettuate dalla donna nei confronti dell’uomo, a causa dei continui insulti e vessazioni subiti quasi quotidianamente tali da ingenerare nella vittima uno stato crescente di ansia e paura.

L’attività investigativa della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, ha permesso l’emissione della misura cautelare nei confronti dell’indagato che, ieri pomeriggio è stato raggiunto dai poliziotti nella propria abitazione dove gli è stato notificato il provvedimento che gli vieta ogni forma di avvicinamento e di contatto con la donna.

Gli atti persecutori posti in essere dall’uomo, come minacce, pedinamenti e continui insulti rivolti alla donna con messaggi telefonici e, talvolta espressi nel corso degli incontri imposti dall’essere dirimpettai, hanno avuto un effetto destabilizzante sulla serenità della donna. Da qui le denunce.