Esce per pagare l’assicurazione e scompare, lo ritrovano dopo 10 ore presso una cava a 30 chilometri da casa

Un 86enne di Santa Maria Nuova non aveva dato più notizie di sè da ieri sera. Sulle sue tracce i Carabinieri, allertati anche i Vigili del Fuoco. La segnalazione giunta da Belvedere Ostrense dove qualcuno aveva notato l'auto impantanata

SANTA MARIA NUOVA – Brutta avventura quella passata da un 86enne di Santa Maria Nuova del quale si erano perse le tracce ieri alle 17 e che è stato poi ritrovato presso una cava e soccorso questa mattina, 6 febbraio, intorno alle 4, a 30 chilometri di distanza, vicino a Belvedere Ostrense.

Era uscito a bordo della sua auto per recarsi a pagare l’assicurazione ma non aveva dato più notizie di sè. A casa, infatti, non era più rientrato.

Sulle sue tracce si erano immediatamente messi i Carabinieri ed erano stati allertati anche i Vigili del Fuoco dopo l’allarme lanciato dai familiari intorno alle 23.

Le ricerche si sono soprattutto concentrate nelle zone di campagna e hanno avuto una svolta proprio quando è giunta la segnalazione dai militari di Belvedere Ostrense, della Compagnia di Senigallia, dove era stata notata un’autovettura che era finita impantanata presso una cava.

Le condizioni fisiche generali dell’uomo, comunque, non erano preoccupanti e dopo i controlli effettuati all’ospedale di Jesi è stato affidato ai familiari. L’anziano non aveva mai sofferto di problemi legati alla memoria prima di questa improvvisa perdita di orientamento.