Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Coronavirus, la New Holland di Jesi dà lo stop alla produzione

Dopo un confronto tra sindacati e rappresentanti dei lavoratori, la CNH jesina ha deciso la sospensione. Si riprenderà il 23, se saranno diponibili presidi di sicurezza per tutti i lavoratori

Cnhi New Holland Jesi

JESI- Stop alla produzione alla CNH di Jesi. Dopo un confronto con i sindacati, l’azienda ha deciso lo stop per tutta la settimana, attraverso l’utilizzo della cassa integrazione guadagni.

I sindacati Fim, Fiom e Uilm: «Consapevoli della situazione, constatiamo la presa di coscienza della CNH che, pur avendo commesse in ordine, ha preferito su nostra ferma richiesta fermare la produzione garantendo maggior sicurezza a tutte le maestranze».

All’origine della decisione, ovviamente l’emergenza Coronavirus, largamente discussa in una consultazione che ha visto partecipare i rappresentanti dei lavoratori e dei RSA, i responsabili del servizio di prevenzione e protezione aziendali. Come previsto infatti dal protocollo firmato tra Governo, Cgil Cisl Uil e parti datoriali, e nel rispetto dei decreti già emanati nei giorni scorsi, nonostante aver verificato che tutte le postazioni di lavoro siano state messe in sicurezza utilizzando i criteri previsti, la scelta drastica ma sicuramente sicura per tutti i lavoratori e per le loro famiglie è stata quella di bloccare la produzione.

La ripartenza è fissata a lunedì 23 marzo, dopo aver verificato la disponibilità di tutti i dispositivi di prevenzione richiesti ed indicati dai vari decreti.