Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Coronavirus, si ferma la scherma internazionale

La decisione della FIE, stop anche al Gran Prix di Anaheim in California al quale già Italia e Russia avevano deciso di non prendere parte. Sospensione per 30 giorni, Elisa Di Francisca: «Fra le prime a dire di non partire»

L'urlo di Elisa Di Francisca a Kazan, ultima vittoria di Coppa del Mondo (foto Bizzi)

JESI – Stop a tutta l’attività schermistica internazionale alla luce dell’emergenza Coronavirus. Lo ha deciso la FIE. Di conseguenza, fra le altre cose, sospeso e rinviato anche il Gran Prix di fioretto maschile e femminile che si sarebbe dovuto svolgere nel prossimo fine settimana (13-15 marzo) in California e al quale, in ogni caso, rappresentative nazionali come quelle di Italia e Russia avevano già autonomamente deciso di non prendere parte. «Io- dice la campionessa jesina Elisa Di Francisca– sono stata fra le prime a dire che ero intenzionata a non partire, anche se si trattava di una gara importante e che avrebbe assegnato tanto punteggio per la Coppa del Mondo. Ma non volevo e non ho voluto rischiare, con questa incertezza».

Le fiorettiste azzurre sul podio a Katowice (Foto Bizzi)

La Federazione Italiana Scherma fa sapere: «Il Comitato esecutivo della FIE, la Federazione Internazionale di Scherma, riunitosi in videoconferenza nella notte, ha deliberato la sospensione dell’attività agonistica internazionale per i prossimi 30 giorni. La decisione è giunta dopo aver preso atto della dichiarazione di “pandemia” da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in merito al propagarsi su scala mondiale della diffusione del virus COVID-19. Alla luce della decisione assunta dalla FIE, sono sospesi e rinviati: il Grand Prix FIE di fioretto maschile e femminile che era in programma ad Anaheim, in California, da venerdi 13 a domenica 15 marzo, la prova di Coppa del Mondo di sciabola femminile, che si sarebbe dovuta svolgere a Sint-Niklaas, in Belgio, dal 20 al 22 marzo, la tappa del circuito di Coppa del Mondo di sciabola maschile programmata a Budapest nel week end dal 20 al 22 marzo, e la gara di Coppa del Mondo di spada maschile che si sarebbe dovuta svolgere a Buenos Aires da venerdì 20 a domenica 22 marzo. Sono inoltre rinviati i Campionati del Mondo Cadetti e Giovani 2020 che si sarebbero dovuti svolgere a Salt Lake City dal 3 al 11 aprile».

«Nel corso di questi trenta giorni di sospensione, la FIE contatterà i singoli comitati organizzatori e le Federazioni nazionali ospitanti, per verificare la riprogrammazione delle tappe di Coppa del Mondo e del Grand Prix FIE di fioretto, entro il mese di maggio. Nello stesso periodo, la Federazione Internazionale chiederà al CIO di prolungare ad oltre il 31 marzo il periodo di qualificazione olimpica. Riguardo i Campionati del Mondo Cadetti e Giovani 2020, la data di riprogrammazione sarà – verosimilmente – successiva ai Giochi Olimpici e Paralimpici Tokyo2020, quindi non prima del prossimo mese di settembre. Relativamente all’attività nazionale, invece, il Consiglio federale nei prossimi giorni si confronterà in video conferenza al fine di delineare il calendario dell’attività agonistica nazionale dei prossimi mesi, anche in virtù del rinvio degli appuntamenti internazionali».

La Federazione italiana aveva già sospeso l’attività agonistica nazionale.