Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Confapi Ancona, il neopresidente Mencarelli: «Formazione e condivisione di competenze per crescere»

L'imprenditore 38enne, amministratore delegato di Mc Energy di Monsano, guiderà l'associazione di piccole e medie imprese che conta oltre 400 iscritti nelle Marche. Le sue priorità

Il nuovo Presidente Confapi, Michele Mencarelli
Il nuovo Presidente Confapi, Michele Mencarelli

ANCONA – Michele Mencarelli, 38 anni, è stato eletto presidente di Confapi Ancona, associazione di piccole e medie imprese con oltre 400 iscritti nelle Marche che nel 2019 festeggerà i 40 anni di attività. Jesino, amministratore delegato di Mc Energy di Monsano, azienda specializzata in servizi e assistenza per l’energia rinnovabile ed efficienza energetica, succede a Giorgio Giorgetti il quale mantiene la presidenza di Confapi Marche, e resterà in carica 4 anni.

Michele Mencarelli

Presidente Mencarelli, si aspettava questa nomina?
«La Confapi è molto cresciuta negli ultimi due anni grazie al lavoro del presidente Giorgetti e di tutto lo staff ottenendo la fiducia di molte aziende che hanno scelto di associarsi. Dalle opportunità formative garantite dal fondo Fapi alla creazione della divisione Confapi Sanità per le aziende del settore, abbiamo altre idee e progetti per confermarci un’associazione giovane e dinamica. Quando ho posto la mia candidatura per succedere al presidente Giorgetti e proseguire il lavoro che abbiamo avviato ed al quale ho contribuito in veste di vice presidente, l’ho fatto convinto che l’associazione sia sulla strada giusta e che ci stiamo distinguendo per propositività e dinamismo grazie ad una struttura agile e molto disponibile alle esigenze degli associati».

Qual è lo stato di salute dell’associazionismo?
«Oggi l’associazionismo vive una crisi di identità e di rappresentatività. Confapi è un’associazione di imprenditori che guarda alle necessità dell’impresa senza appesantimenti burocratici. Il fatto che la mia nomina sia avvenuta all’unanimità conferma l’unità di intenti che ci contraddistingue e la condivisione del percorso che sta consentendo a questa associazione territoriale di avere un trend altamente positivo di crescita, tra i migliori in Italia come ci è stato riconosciuto anche recentemente, nel corso dell’assemblea nazionale, dal presidente Casasco. Gli imprenditori cercano risposte».

Priorità e obiettivi da perseguire?
«Siamo abituati a lavorare, non a fare proclami, ma il percorso è chiaro. L’avvio di Confapi Sanità coordinata dal collega Mario Neri è la dimostrazione che puntiamo a mettere a disposizione tutte le competenze possibili, “verticalizzando” la struttura nell’ottica di creare un confronto che, nei vari comparti, inevitabilmente conduce a soluzioni differenti. Proseguiremo nell’accompagnamento degli associati nel percorso formativo e contiamo di presentare nelle prossime settimane un servizio che riguarda il settore finanziario e del credito particolarmente prezioso per le aziende che intendono investire. C’è molto da fare e siamo pronti a farlo dimostrando con i fatti che scegliere di associarsi alla Confapi è una scelta utile ed opportuna».

Michele Mencarelli e il segretario di Confapi Ancona, Michele Montecchiani
Michele Mencarelli e il segretario di Confapi Ancona, Michele Montecchiani

L’assemblea dei soci di Confapi Ancona tenutasi all’Hotel Emilia di Portonovo ha eletto il nuovo consiglio direttivo che resterà in carica per 3 anni e che sarà composto anche da: Davide Persico (Laser Informatica srl di Recanati), Mauro Barchiesi (Bora srl di Jesi), Simone Brutti (Tomassoni srl di Jesi), Cristina Palombarani (Palombarani snc di Camerano), Mario Neri (Ortopedie Neri Team di Ancona), Luca Lombardi (Digitall srl di Monsano), Walter Bruno (Adriatica Chiusure sas di Cingoli) Giampiero Pigini (SH Sistemi srl di Osimo), Roberto Torretti (Torretti di Sant’Elpidio a Mare), Donato Caroprese (Solesun Brienza srl di Ancona), Giorgio Giorgetti (Automa srl di Ancona), Alessandro Truffa (At Metalli di Fermignano)