Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Condizionatori e Covid, Panzarea (Cat Impianti): «Non è vietato utilizzarli. Arieggiare spesso gli ambienti chiusi»

Il titolare dell'azienda di Jesi che opera nel settore dell'impiantistica e della manutenzione di sistemi tecnologici, fa chiarezza sull'utilizzo degli impianti di condizionamento in questo periodo segnato dall'emergenza sanitaria

Aria condizionata in un centro commerciale (Foto: Pixabay)

JESI – Condizionatore sì o condizionatore no? In vista dell’arrivo del caldo e data l’emergenza sanitaria degli ultimi mesi, in tanti si domandano se questa estate sia il caso o meno di mettere in funzione gli impianti di condizionamento. È infatti in corso un dibattito sul loro utilizzo in quanto possibile veicolo di diffusione del Covid-19 negli ambienti chiusi. Mirko Panzarea, titolare della Cat Impianti Srl, azienda di Jesi che opera nel settore dell’impiantistica e della manutenzione di sistemi tecnologici, fa chiarezza.

Mirko Panzarea, titolare Cat Impianti Srl

«C’è una grande confusione in quanto è stata fatta molta informazione negativa sul condizionamento. I clienti ci fanno domande specifiche, ci chiedono se il condizionatore si può montare. La risposta è sì. Vorrei precisare che non esiste nessuna prescrizione che ne vieta l’utilizzo quindi non è vero che quest’anno l’aria condizionata deve essere spenta. Quello che bisogna assolutamente fare è arieggiare il più possibile gli ambienti, mai tenerli completamente chiusi».

Può darci qualche consiglio sulla manutenzione dei condizionatori?
«La manutenzione dei condizionatori domestici consiste nella pulizia dei filtri e nella pulizia e sanificazione delle batterie di scambio della macchina interna. Inoltre, c’è il controllo tecnico che riguarda il gas refrigerante. Per il residenziale facciamo la manutenzione almeno due volte all’anno; per il commerciale, quindi uffici, negozi, banche ecc…, la manutenzione andrebbe fatta almeno 4 volte all’anno. In questo periodo segnato dal Covid stiamo facendo una sanificazione molto più approfondita: utilizziamo dei prodotti sanificanti ecologici sia per il trattamento sul filtro che sulla batteria».

Non c’è una normativa che regola la manutenzione periodica degli impianti di condizionamento?
«Non c’è una vera normativa, subentra il buonsenso di chi ha un condizionatore. In questo periodo però, considerata l’emergenza sanitaria, l’Aicarr, associazione del settore della climatizzazione, ha emanato una circolare che indica come fare la manutenzione. Ciò riguarda soprattutto gli impianti a tutt’aria dove occorre sanificare le canalizzazioni».

La Cat Impianti Srl di Jesi

Considerato il periodo, c’è un aumento di richieste di manutenzione dei condizionatori?
«Sì, aumentano le richieste ma anche la sensibilità sia da parte di privati che di aziende. Ci siamo attivati per offrire loro un servizio migliore utilizzando apparecchiature e prodotti sanificanti».

E per il bonus ristrutturazioni e risparmio energetico 2020 avete già delle richieste?
«Ci sono molte richieste ma anche tanta confusione. Il bonus del 110% genererà sicuramente movimento. La prima domanda che ci viene posta è se è vero che la riqualificazione energetica degli edifici sarà gratis. Inoltre, le persone vogliono capire come funziona la cessione del credito».