Jesi, il Comune obbliga a sistemare i danni causati dal maltempo

Il decreto firmato dal sindaco Massimo Bacci è rivolto ai proprietari del palazzo di viale del Lavoro dal quale si è staccata la struttura metallica, rischiando di cadere sulla strada sottostante

I danni causati dal maltempo in viale del Lavoro

JESI – Un giorno di tempo per sistemare la struttura metallica che, a causa del maltempo, stava per cadere in strada da un palazzo di viale del Lavoro. A intimarlo, attraverso un decreto, è il sindaco Massimo Bacci, rivolgendosi direttamente all’amministratore di condominio. I forti venti di due giorni fa, accompagnati da pioggia battente, hanno messo letteralmente al tappeto la città, sradicando alberi e pali della segnaletica. Due persone si sono salvate per miracolo uscendo dall’auto mentre una grossa quercia si stava per abbattere sul loro veicolo in via Mugnai.

In viale del Lavoro, invece, le protezioni dei condizionatori si sono staccate dal tetto, per fortuna senza precipitare di sotto. Immediato il sopralluogo dei Vigili del Fuoco, che hanno confermato la pericolosità della zona sottostante, opportunamente recintata. Ieri sera, quindi, il sindaco Bacci ha firmato un decreto nel quale ordina «di provvedere immediatamente alla messa in opera di ogni precauzione atta a salvaguardare la pubblica e privata incolumità nonché di provvedere entro un giorno dalla data di notifica della presente all’esecuzione di opere di ripristino delle parti pericolanti interessate presso lo stabile di Viale del Lavoro». L’intervento è in corso. Precauzionalmente, gli uffici operativi nello stabile sono rimasti chiusi, sempre su indicazione dell’amministrazione comunale. Non appena l’area verrà messa in sicurezza, il decreto sarà revocato.

Non ancora quantificati nel dettaglio, i danni causati dal maltempo di martedì scorso. Come accaduto lo scorso anno nel quartiere di San Giuseppe a seguito dell’alluvione, l’evento meteorologico è stato talmente estremo da sradicare alberi dal terreno, come in via Campolungo per esempio. Ma l’opposizione incalza l’amministrazione Bacci. Marco Giampaoletti, in particolare, chiede una maggiore attenzione al verde pubblico. In occasione del prossimo consiglio comunale, programmato per il 25 luglio, la questione sarà ampiamente dibattuta.