Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Il comandante della polizia locale Cristian Lupidi ai saluti: «Porto Jesi e questi tre anni nel cuore»

Il Corpo di polizia locale sarà guidato dal dirigente Torelli finché non sarà nominato tramite bando il sostituto del comandante Lupidi

Il comandante Cristian Lupidi con il sindaco Massimo Bacci

JESI- Il comandante della polizia locale di Jesi Cristian Lupidi ai saluti. La notizia era già circolata nei giorni scorsi, ma questa mattina è stato il sindaco Massimo Bacci a voler salutare ufficialmente Lupidi e ringraziarlo per il suo prezioso operato in questi tre anni alla guida del Corpo della polizia locale.

Arrivato il 10 settembre 2018, al Comandante Lupidi è toccato gestire l’emergenza Covid, mettendo in campo risorse, capacità ed esperienza nell’affrontare ciò che nessuno, prima di lui, aveva fatto. Il commovente momento dei saluti, alla presenza del vice comandante Filippo Peroni e di alcuni componenti del Corpo della polizia locale, in rappresentanza di tutto l’organico, che ha continuato a essere presente sulle strade cittadine anche stamattina.

Il ringraziamento del sindaco Bacci

«È doveroso concludere il rapporto con il comandante Lupidi in questo modo, ringraziandolo per il lavoro svolto – dice il sindaco Massimo Bacci – un lavoro svolto egregiamente e in maniera sinergica con i nostri uffici. La cartina tornasole delle sue grandi capacità l’abbiamo vista durante il difficile periodo della pandemia, quando il comando della polizia locale ha svolto un lavoro straordinario di collegamento con gli altri uffici, nel rapporto con le forze dell’ordine del territorio e col mondo del volontariato. Si conclude oggi un periodo di grande collaborazione che ha dato certamente i suoi frutti, il percorso creato fin qui sarà d’ora in avanti da seguire anche da chi verrà dopo». 

Il saluto del comandante Lupidi

Modesto e molto emozionato il Comandante Lupidi. «Ho fatto semplicemente il mio dovere – dice – nessuno, credo, fosse preparato a dare una risposta a quello che da due anni siamo chiamati a fronteggiare. Indossare un’uniforme è un dovere e solo attraverso essa posso servire al meglio la comunità». Tra le esperienze importanti che hanno contraddistinto questi tre anni, il fatto che per la prima volta la polizia locale sia stata chiamata al pari delle altre forze dell’ordine, a far parte attivamente del dispositivo di ordine pubblico negli eventi più importanti della città (Palio di San Floriano 2019, la Tirreno Adriatico del 2019, le Fiere del 2018 e 2019 e l’emergenza Covid). «Grazie al mio vice Peroni, ai colleghi e al personale amministrativo – aggiunge Lupidi – siamo riusciti a sostenere tutte le sfide. Ringrazio il sindaco, l’Amministrazione comunale tutta per la fiducia accordatami. Non so se era più una scommessa o un investimento credere in un giovane che non aveva mai ricoperto questo ruolo, ma si è lavorato in sinergia e sempre bene». Tantissimi gli interventi di protezione civile gestiti con il Coc, ultimo dei quali l’incendio di Montesecco. E tantissimi i momenti di confronto e di collaborazione. Un bagaglio di esperienze ma anche di ricordi. «È stato un onore poter dare il mio modesto contributo alla città» aggiunge Lupidi, che dal 10 settembre tornerà nel suo comune di origine, Castel di Lama e ricoprirà il ruolo di Istruttore-direttore di vigilanza presso il comando della polizia locale.

«Il Comune di Jesi – spiega poi il sindaco – procederà con un bando con caratteristiche simili a quelle del 2018 per trovare un Comandante che possa guidare il corpo della Polizia locale. La nostra volontà è quella di riprendere il percorso fatto da tempo, cercando di trovare il soggetto più adatto a questo tipo di percorso. Il bando è aperto a tutti, anche al comandante Lupidi se volesse partecipare!» è il caloroso invito del sindaco, il primo a essere rammaricato di questo saluto. Al momento il Comando della Polizia locale è stato dato come incarico al dirigente Mauro Torelli, ma solo in via provvisoria, finché non sarà nominato un referente operativo. Torelli curerà gli aspetti relativi al ritorno delle Fiere e alle prime istallazioni degli autovelox, che partiranno in via sperimentale da ottobre.

Il comandante Cristian Lupidi


Il Comandante Lupidi è stato salutato e ringraziato anche dal Vice, il capitano Filippo Peroni che ha sottolineato come «in 40 anni di servizio è stata la prima volta che la polizia locale ha partecipato a servizi di ordine pubblico insieme alle altre forze dell’ordine. E al comandante Lupidi va anche il merito di una attenta gestione di tutti i settori anche nel momento della pandemia, in cui la nostra attività è stata rivoluzionata dalle necessità dell’emergenza ma non ridotta: nessuno dei nostri compiti istituzionali è rimasto indietro. Ci spiace che vada via ma il nostro auspicio è che possa tornare».
«A livello professionale – conclude Lupidi – va via una persona completamente diversa da quella che era arrivata tre anni fa. Una città come Jesi costringe a essere aggiornati, al passo e sempre sul pezzo per dare risposte efficaci alla cittadinanza. La mentalità è quindi totalmente diversa. Sul piano umano, più difficile in quanto più intimo, ho avuto possibilità di crescere anche col tessuto sociale della città, grazie alla collaborazione di amministratori, del mondo del volontariato, dei dipendenti comunali e dei colleghi delle forze dell’ordine. Situazioni che mi hanno migliorato anche come uomo. La dimensione professionale e quella umana non possono essere scisse ma fanno parte del bagaglio di esperienze necessario per far parte del gruppo. Porto Jesi nel cuore, porto con me la jesinità delle persone, gente molto laboriosa, con una verve ironica particolare e decisa schiettezza».

A margine della conferenza e dei saluti, sono stati resi noti i dati dell’attività della polizia locale nel triennio 2019/2021 (al 31 agosto): 331 gli incidenti nel 2019, 217 nel 2020 e 181 al 31 agosto del 2021; 148 rimozioni nel 2019, 98 nel 2020 e 145 nel 2021; 74 sequestri nel 2019, 80 nel 2020 e 99 nel 2021; 16 i fermi nel 2019, 9 nel 2020 e 24 nel 2021; 94 i ricorsi nel 2019, 134 nel 2020 e 74 nel 2021. Importanti anche i numeri dei verbali: 13.907 quelli del codice della strada nel 2019, 13.671 nel 2020 e 9.243 nel 2021. I verbali amministrativi sono stati 384 nel 2019, 303 nel 2020 e 152 nel 2021 e quelli per violazioni a normative Covid 110 nel 2020 e 42 nel 2021.