Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Club Scherma Jesi, forze nuove a supporto della storia

Otto imprese per la scuola dei talenti. Proietti Mosca: «Da sempre siamo accompagnati da UBI-Banca, legame solido. Il segnale che ho voluto dare è aprire le porte all'imprenditoria territoriale»

Foto di gruppo per i nuovi ingressi nel mondo del Club Scherma Jesi

JESI – Forze nuove a supporto della gloriosa storia del Club Scherma Jesi. Imprenditori e imprese che hanno deciso di legare il proprio nome alla palestra dei campioni e della campionesse e alla fucina delle medaglie d’oro di via Solazzi, in attesa di avere presto un nuovo e più ampio palascherma a disposizione. A darne l’annuncio con soddisfazione è il presidente del Club, Alberto Proietti Mosca: «Da sempre siamo accompagnati dalla sponsorizzazione della UBI-Banca un legame solido che nel tempo ci ha supportato anche nello svolgere la nostra attività. Il segnale che questa estate ho voluto però dare, e che il Consiglio direttivo ha accolto con piacere, è stato di aprire le porte all’imprenditoria territoriale».

Il Club Scherma Jesi

Prosegue il presidente: «Riteniamo che il marchio del Club, come stiamo riscontrando, sia di assoluto valore e pregio in termini di visibilità commerciale e affascina e accompagna una parte della Jesi famosa nel mondo. Abbiamo incaricato il nuovo consigliere Francesco Guerrini di costruire e promuovere questo nuovo aspetto». Ed è proprio Guerrini a sottolineare: «Sono uno dei genitori dei nostri giovani atleti e seguo con passione da 5 anni questo sport che ritengo anche assolutamente educativo sotto ogni aspetto, anche e soprattutto grazie ai nostri Istruttori. L’incarico di gestione Commerciale l’ho subito sposato con piacere e responsabilità. Stiamo cercando di far conoscere con una prospettiva differente il nostro Sport agli amici imprenditori. Questa disciplina e questo Club in particolare hanno una campana di risonanza davvero straordinaria e sto riscontrando un affetto davvero importante».

I primi a aderire sono stati Marco Bigi di Mondo Idea e Flyfood, che parla di «Club Scherma Jesi motivo di orgoglio per tutta la citta nel mondo, che sostiene e trasmette valori di lealtà e fare gruppo nei quali credo fortemente»; Benedetta Dolci, titolare e socia fondatrice dello Studio Ass.to Inpat&Law: «Sono sportiva da sempre e credo nell’importanza che lo sport assolve verso i giovani nella crescita formativa, paritaria e non subordinata al ruolo della formazione scolastica. Il Club è una fucina di talenti ed il nostro piccolo contributo potrà aiutare le future generazioni a crescere nello sport e come persone»; Digitall di Luca Lombardi: «La scherma Jesi rappresenta un’eccellenza in tutto il mondo , Digitall crede nel supporto tecnico per il quale può essere di aiuto alla crescita e allo sviluppo della scherma jesina».

Per Marco Governatori, titolare della stessa impresa edile, «conoscendo meglio il Club e la sua struttura come genitore di un’atleta ho capito che dobbiamo ognuno a suo modo contribuire per supportare la struttura intera». Dice Stefano Ginesi, titolare e socio dello Studio Circle Project: «Riteniamo il Club Scherma Jesi un palcoscenico di primaria importanza nazionale e internazionale. Questo sport che ha reso celebre nel Mondo noi jesini merita tutto il supporto che noi imprenditori possiamo dare».

Casa nuova 2M di Michele Azzariti «si avvicina al mondo della scherma ed in particolare al Club di Jesi per dare un segnale di partecipazione attività alla realtà sportiva di caratura di indiscusso livello mondiale». E per Dea Stampi Srl, piccola-media fermana, così come nel lavoro, la scherma richiede prontezza di riflessi, agilità e velocità ma anche una grande dose di strategia e tattica. Per questo abbiamo scelto di sostenere uno dei club schermistici più importanti del mondo»