Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Ciclismo, per Jesi e le Marche è il giorno del Giro d’Italia

La Pescara-Jesi risale da sud, lungo l'Adriatica, fino a Civitanova. Poi si butta nel saliscendi fra Civitanova Alta, Recanati, Filottrano, Santa Maria Nuova, Monsano fino al traguardo di viale della Vittoria. Ecco il dettaglio

Il cavalcavia di viale della Vittoria

JESI – È oggi, 17 maggio, il giorno dell’unica tappa marchigiana del Giro d’Italia del 2022, la Pescara – Jesi, 196 km. La corsa risalirà la regione da sud, lungo l’Adriatica, fino a Civitanova. Poi si butterà all’interno, in un saliscendi fra Civitanova Alta, Crocette di Montecosaro, Recanati, Filottrano, Santa Maria Nuova, Monsano che la condurrà infine al traguardo jesino di viale della Vittoria. Ecco il dettaglio.

Il Giro d’Italia nelle Marche

In partenza da Pescara alle 12,20, a seconda della velocità media la tappa lascia Martinsicuro e entra nelle Marche fra le 13,47 e le 13,53. Sempre sulla s.s. 16, si passa a San Benedetto del Tronto a cavallo delle 14, Cupramarittima (14,08-14,17), Pedaso (14,18-14,28), Porto San Giorgio (14,31-14,42), Porto Sant’Elpidio (14,44-14,56). Intorno alle 15, in provincia di Macerata, a Civitanova (14,53-15,06). Da qui parte la tappa di giornata anche del Giro E-Bike, che anticipa d’un paio d’ore il passaggio di quello prof.

Michele Scarponi e Franky

Passaggio a Civitanova Alta e Crocette di Montecosaro fra le 15,03 e le 15,24, poi Montelupone (15,16-15,31) e la salita al Colle dell’Infinito a Recanati fra le 15,33 e le 15,51. Di seguito Montefano (15,49-16,08) e, via Osteria Nuova, l’omaggio a Michele Scarponi a Filottrano fra le 16,08 e le 16,29. Da Santa Maria Nuova (16,20-16,43), giù per poi risalire da Minonna a Mazzangrugno (16,38-17,02). Infine, all’altezza dell’uscita di Monsano della s.s. 76, la zona industriale Sant’Ubaldo fra le 16,45 e le 17,09, l’ascesa a Monsano fra le 16,51 e le 17,16 e dal bivio di Montelatiere strada verso Jesi, con arrivo sul traguardo previsto fra le 17,01 e le 17,27.

Due i traguardi volanti: a Civitanova dopo poco meno di 100 chilometri e a Filottrano dopo poco più di 153. Tre i Gran Premi della Montagna, tutti di quarta categoria: a Crocette di Montecosaro; a Recanati dove da Romitelli si sale per poco meno di 3 chilometri e mezzo con una pendenza media del 6,9%, che supera il 7% negli ultimi 1,2 km; a Monsano, per 4,2 km al 4,5%, che spianano però nell’ultimo chilometro.

A Jesi, traguardo in fondo al rettilineo viali del Lavoro – viale della Vittoria, a salire con una media del 2% e arrivo davanti all’ex ospedale demolito.

Il Giro d’Italia a Jesi: la viabilità

Oggi 17 maggio, Viale della Vittoria (dove già da ieri non si parcheggiava) dalle 6 chiude man mano, a scendere, dall’intersezione con Viale Cavallotti all’Erbarella. Dalle 13 chiude poi il restante tratto fino a Viale del Lavoro e all’incrocio con via San Giuseppe. Fino alle 13, via Erbarella sarà l’unica strada percorribile ad impegnare l’incrocio con il Viale (pertanto con semaforo disattivato) nei due sensi e continuerà a garantire l’uscita da Jesi da nord. Poi, chi scende da nord e deve proseguire in direzione Via Ancona, dovrà transitare sul viadotto di Via XX Luglio e percorrere l’Asse Sud. E, sempre dopo le 13, chi da Via Ancona (Zipa) deve raggiungere l’ospedale o la zona nord dovrà utilizzare Asse Sud e risalire da Via XX Luglio.

Dalle 6, non si accede al Viale della Vittoria dalle vie Sanzio, Veneto, Montello, Montegrappa, San Francesco (senso di marcia invertito), Chiappetti, dell’Orfanotrofio, Radiciotti (variazione sensi), Sante Ferrari, Piave, Alighieri, Rinaldi. Dalle 8, stop anche da viale Papa Giovanni XXIII, via Mastella, via Volturno.

Dalle 13, non ci si immette su Viale del Lavoro dalle vie Garibaldi (intersezione Viale del Lavoro/Vittoria – dalle 12 sbarrate con direzione obbligatoria per via Setificio esclusi residenti Via Sauro e Via Mura Occidentali), Via Tornabrocco, Via dei Mille uscita, Via Lazio, Via Lombardia, Via D’Antona; in via via San Giuseppe dalle vie Lazio, Lombardia, Calabria, Sardegna, Marche, Friuli; in via San Marcello dalle vie dei Gobbi, Sabbioni, Montelatiero.

Su Viale Cavallotti divieto di sosta e di transito già da ieri, come pure su Via Veneto e in via D’Antona, Piazzale lato San Giuseppe, nel tratto compreso tra il civico n. 15 e Via San Giuseppe.

Oggi non si parcheggia: Via Mazzangrugno nel tratto compreso tra via Maccarata e il Cimitero; Via San Marcello nel tratto compreso tra via Friuli e via Marche; Via San Giuseppe, nel tratto compreso tra via Marche e Viale del Lavoro; Via San Giuseppe nel tratto compreso tra il Viale del Lavoro e Via Garibaldi lato sx per n. 3 stalli di sosta; Viale del Lavoro, nel tratto compreso tra il civico n. 2 ed il civico n. 4/h (area disco orario); Via Staffolo, nel tratto compreso tra Viale Cavallotti e Via Monteroberto; Viale Verdi nel tratto compreso tra  Via Grecia e Via San Francesco; Via Tabano, intera area parcheggio adiacente il Palasport; Via Sicilia nel tratto compreso tra Via Friuli e Via Marche; Via Gramsci intera lunghezza del Cavalcavia.

Chiuso in uscita ma non in entrata per la durata della manifestazione lo svincolo Jesi Centro della SS76, come pure quello di Monsano.