Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

«Ciao caro amico e grande guerriero», la commozione degli jesini per la morte di Luca Bernardi

I messaggi di cordoglio si rincorrono su Facebook, tutte le associazioni di cui Luca Bernardi faceva parte si stringono alla famiglia

Luca Bernardi

JESI – Mentre la città si prepara a indossare la maglia azzurra in vista di una attesissima finale degli Europei, la notizia più triste sconquassa il cuore. Oggi sono in tanti a piangere Luca Bernardi, 35 anni compiuti da poco, un guerriero che si è dovuto arrendere troppo presto. Il dolore degli amici e di quanti, grazie ai social, lo sono diventati, corre veloce su Facebook. E da quella «straordinaria lezione di vita che ci hai dato» che il sindaco Massimo Bacci ha postato in mattinata per rendere nota la tragedia, è stato un susseguirsi di testimonianze, di addii e di commozione.

«Mio cugino Luca Bernardi ha amato tanto la vita – scrive don Federico Rango – ha vinto la sua finale, giocando fino all’ultimo, e ora consegna a noi il suo scrigno pieno di sogni, pieno di lotte realizzate e alcune da portare avanti. Mai fermo al passato, sempre con lo sguardo al futuro. Un uomo dal cuore grande e dalla tenacia più forte della morte. Un cugino che ci ha insegnato come vivere la vita. Le lacrime siano accompagnate da tanta gratitudine».

«Un pensiero per Luca Bernardi – scrive il consigliere regionale Antonio Mastrovincenzo dell’Assemblea legislativa delle Marche – una vita spesa per i diritti delle persone disabili in particolare per assicurare loro l’assistenza domiciliare indiretta e una vita dignitosa. Un grande esempio per tutti noi».

«Si è spenta una stella che brillava nonostante tutti i suoi grossi problemi. Uno con una grande voglia di vivere ed esempio di vita per tutti noi», scrive un amico. «Che Dio ti accolga in paradiso perché ne sei degno», «sarai sempre nei nostri cuori». «Ciao Luca, un altro angelo in paradiso». Anche il presidente del Comitato per la difesa dell’Ospedale di Jesi dottor Franco Iantosca, raggiunto al telefono dalla drammatica notizia, si è stretto ai familiari di Luca che era socio promotore, consigliere e vice presidente del Comitato. Poche parole di grande dolore, nessuna frase di retorica. «Non ci credo, che dispiacere», ha detto. Anche l’Ente Palio di San Floriano che in Luca aveva trovato un socio onorario, esprime il suo cordoglio: «Una bruttissima notizia per la nostra associazione e per l’intera comunità. Ci ha lasciato Luca Bernardi, socio onorario dell’Ente Palio di San Floriano, uno dei relatori del comitato storico scientifico e da sempre spalla della nostra casetta di Natale. Ma prima di tutto, un caro amico. Luca per sempre uno di noi».