Jesi-Fabriano

Chiaravalle: una serata originale al Piccadilly tra sogno e pittura

L'associazione Appennello ha proposto "I colori del viaggio", una serata a tema per liberare la creatività di pittori in erba. Giordano Canonico, titolare del Piccadilly, soddisfatto dell'interesse e dell'entusiasmo dei partecipanti

Un momento della serata al Piccadilly
Un momento della serata al Piccadilly

CHIARAVALLE – È bello vederli chini sul loro cavalletto, intenti a spremersi le meningi davanti alla tela candida per esprimere con pennelli e tavolozza i loro pensieri reconditi e interiori, le loro idee nascoste che di lì a poco diveranno un quadro, a loro modo un’opera d’arte unica e inconfondibile. Al Piccadilly di Chiaravalle ne hanno di idee! Oltre alla qualità dei cibi e delle bevande, oltre all’ottima musica della stagione del Piccadilly Social Club coordinata dal direttore artistico Renzo Canafoglia e che propone ogni settimana ottima musica d’avanguardia e contemporanea, il titolare del locale Giordano Canonico questa volta ne ha inventata un’altra delle sue.

Una serata dove sui tavoli del Piccadilly, all’ora dell’apericena, sono spuntati piccoli cavalletti e tante tele e dove una ventina di persone si sono misurate col loro talento artistico, liberando la scintilla fantasiosa ed artistica che ognuno ha dentro di se. «Lo scopo è essenzialmente ludico – dice Luca Piermattei, senigalliese, ideatore dell’iniziativa che si chiama Appennello, dopo essersi denominata Pennelli allo Sbaraglio – perchè divertirsi e socializzare, bere un bicchiere in compagnia è una bella cosa. L’idea mi è venuta da proprietario di un bar mentre cercavo qualcosa di diverso per coinvolgere i miei clienti durante le serate infrasettimanali che generalmente sono noiose». L’arteterapeuta Serena Canonico, che collabora con l’associazione Appennello, ha condotto la serata chiaravallese proponendo il tema “I colori del viaggio”: un itinerario introspettivo nel proprio vissuto. E se ne sono viste delle belle, con i partecipanti alla serata di pittura, alcuni dei quali alla loro prima esperienza artistica, che hanno miscelato colori ed idee producendo piccoli capolavori originali e significativi. Senza alcun timore del giudizio altrui i pittori in erba, con molto impegno ma anche con spirito leggero, hanno lavorato sodo per un paio d’ore elaborando pensieri nascosti e liberando la loro creatività con risultati davvero singolari e soddisfacenti.

Ti potrebbero interessare