Castelplanio, la Sta2000 vince il premio Sicurezza sul lavoro

«Siamo onorati di ricevere questo riconoscimento», ha detto il titolare Franco Galassi. «Un sentito ringraziamento va rivolto alla Confapi Ancona, che ci ha sostenuto in questo percorso formativo e offerto gli strumenti necessari per completarlo»

Premio Sicurezza sul lavoro

CASTELPLANIO – Soddisfazione per la Sta2000 di Castelplanio, azienda metalmeccanica specializzata nella lavorazione dei metalli, che si è aggiudicata il “Premio Speciale Sicurezza sul Lavoro” assegnato dalla Federazione Maestri del Lavoro d’Italia. La cerimonia di premiazione è avvenuta a Jesi, il 14 novembre, alla presenza del direttore di Confapi Ancona, Michele Montecchiani, e della responsabile Ufficio Formazione Barbara Orazi.

«Siamo onorati di ricevere questo premio», ha detto Franco Galassi, titolare della  Sta2000, nel ritirare il riconoscimento. «Un sentito ringraziamento va rivolto alla Confapi Ancona, che ci ha sostenuto in questo percorso formativo e offerto gli strumenti necessari per completarlo».

Grazie all’adesione alla Confapi Ancona, associazione di piccole imprese private, l’azienda guidata fondata e guidata da Franco Galassi, con il prezioso contributo dei soci Giordano Guidi e Marco Zampetti, ha intrapreso un importante percorso di formazione sulle tematiche della sicurezza sul lavoro, della riqualificazione sostenibile ed ecologica degli ambienti di lavoro, adeguata illuminazione e aerazione dei locali, adozione di corretti equipaggiamenti di protezione finanziato attraverso il Fondo Fapi, con il metodo Play Sicurezza, destinato alla formazione continua delle aziende, degli imprenditori e dei lavoratori.

Per Michele Mencarelli, presidente di Confapi Ancona, «la Sta 2000 è un’eccellenza della metalmeccanica e sorge in uno dei distretti più importanti per la meccanica di qualità. Siamo orgogliosi di averli in Confapi e molto lieti che abbiano visto riconosciuti il loro impegno e i loro sforzi per continuare a fare bene il proprio lavoro, ma che abbiano scelto di farlo in piena sicurezza tutelando i lavoratori».