Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Castelplanio, festa privata a base di alcol e droga tra adolescenti: un minorenne in coma etilico

Musica ad alto volume e schiamazzi sono stati segnalati al 112. I militari hanno effettuato il controllo e rinvenuto 12 ragazzi che stavano festeggiando

controlli stradali, carabinieri, jesi, militari
I controlli dei carabinieri

CASTELPLANIO- Una vera e propria festa privata a base di alcol, droga e musica ad alto volume in una abitazione a Castelplanio è stato interrotto ieri notte dai carabinieri della Compagnia di Jesi. Nei guai anche dei minorenni.

I militari sono intervenuti a seguito di segnalazioni al 112 su musica ad alto volume e schiamazzi provenienti da una abitazione privata, come se tra le mura domestiche fosse in corso un party, rigorosamente vietato sia nei locali pubblici che nelle abitazioni private, dal Dpcm. L’operazione è scattata intorno a mezzanotte. Sono stati i carabinieri della Stazione di Castelplanio a individuare, sulla scorta della segnalazione, l’abitazione da cui provenivano musica e rumori sospetti, voci e i segni tipici che lasciavano ipotizzare vi fosse in corso una festa. Con i rinforzi giunti dalle Stazioni carabinieri limitrofe, i militari hanno fatto ingresso nell’appartamento, dove hanno sorpreso 12 giovani, di cui 8 minorenni, intenti a fare festa e bere alcolici. Nel corso delle identificazioni e del controllo, 2 giovani sono stati anche trovati in possesso di 2 spinelli di marijuana e quindi segnalati alla Prefettura di Ancona come assuntori.

Uno dei minorenni è stato trasportato presso l’ospedale di Jesi da personale sanitario del 118, richiesto dai militari, poichè in forte stato di ebbrezza alcolica: all’ospedale “Carlo Urbani” di Jesi è arrivato in coma etilico.

Al termine degli accertamenti, i minorenni sono stati affidati ai rispettivi genitori e tutti i 12 partecipanti alla festa sono stati sanzionati per le violazioni alla normativa per il contenimento del contagio Covid-19 con una multa di 400 euro ciascuno. Gli spinelli sono stati sequestrati. L’operazione di stanotte a Castelplanio si inquadra nell’ambito dei controlli in provincia svolti dai carabinieri su disposizione del Comando Provinciale di Ancona per verificare il rispetto della normativa anti Covid-19 e prevenire l’abuso di sostanze alcooliche e l’uso di sostanze stupefacenti, oltre che l’illegalità diffusa. L’allerta dei Carabinieri resta altissima.