Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Caro energia, la MC Energy di Jesi realizza un software per calcolare il credito d’imposta

Il Ceo Mencarelli: «Strumento utile per le aziende, utilizzato soprattutto dai commercialisti per i loro clienti»

Il Ceo Michele Mencarelli

JESI – In questi giorni sono allo studio del Governo nuove misure finalizzate a fronteggiare il caro-energia, a tutela di famiglie e imprese. Al fine di contenere gli effetti degli incrementi dei prezzi del gas naturale, l’esecutivo ha introdotto specifici provvedimenti rappresentati dalla riduzione dell’IVA e da crediti d’imposta a favore delle imprese a forte consumo di gas naturale per usi energetici (imprese gasivore) e delle imprese diverse da quelle gasivore. L’Agenzia delle Entrate ha nel frattempo fornito i principali chiarimenti in merito ai crediti d’imposta e all’IVA per il problema energetico rappresentato dal gas.

Determinare la misura del credito d’imposta non è così agevole e per questo MC Energy, azienda jesina che opera nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, ha ideato e messo a punto un software utile a calcolare in pochi e semplici passaggi se e quanto credito d’imposta spetta all’azienda valutando 5 semplici indicatori.

Attraverso una pre analisi, online e gratuita, ogni Azienda potrà quindi ottenere il pochi minuti una stima del Credito d’imposta che le spetta; a questo punto potrà scegliere di acquistare la pratica e ottenere l’analisi tecnica e fiscale delle bollette e dunque la quantificazione precisa del credito d’imposta che le spetta. Per effettuare tale pratica di calcolo del Credito d’imposta la documentazione che verrà richiesta sono unicamente le bollette del periodo di riferimento.

«Da quando abbiamo rilasciato l’ultima versione di questo strumento – dice Michele Mencarelli CEO di MC Energy – abbiamo effettuato già numerosi webinar informativi ai quali partecipano soprattutto commercialisti che vogliono conoscere lo strumento e metterlo a disposizione dei propri clienti per tutelarli e fornire loro supporto tecnico».

Nell’ultimo hanno partecipato oltre 200 professionisti di ogni parte d’Italia. Il vantaggio è avere una determinazione chiara del credito d’imposta che si ha diritto a richiedere azzerando il margine di errore e i tempi .

«Viviamo un momento molto complicato per le aziende a causa dell’impennata dei prezzi dell’energia – aggiunge Mencarelli. Il credito d’imposta rappresenta un piccolo aiuto. La nostra azienda di consulenza ha ideato uno strumento utile a determinarne la consistenza in maniera veloce e puntuale. L’interesse è enorme e non c’è tempo da perdere» conclude il manager.