Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Carità Celeste, l’opera d’arte del team Technicalz accende l’ospedale Carlo Urbani di Jesi

Federico Zenobi, Corrado Caimmi e Nicola Canarecci hanno completato il murales in prossimità del pronto soccorso. Un omaggio ai sanitari e un messaggio di speranza

L'ospedale Carlo Urbani di Jesi

JESI – Arte in ospedale. Si chiama Carità Celeste l’ennesimo capolavoro del team Technicalz. Un omaggio ai sanitari, ma anche un messaggio positivo, di speranza. Federico Zenobi, Corrado Caimmi e Nicola Canarecci hanno completato il murales che accoglie i pazienti dell’ospedale Carlo Urbani. È stato realizzato in prossimità del pronto soccorso. “Il Principio fondamentale della Medicina è l’Amore”, si legge, accanto a una donna con in mano un cuore e una piuma, immersa in un paesaggio in cui si riconoscono il San Vicino e le dolci colline marchigiane.

«Abbiamo deciso di donare quest’opera all’ospedale Carlo Urbani di Jesi, come segno di riconoscenza e stima, per il lavoro che fanno ogni giorno. Grazie a tutti i medici, infermieri, tecnici, e a tutto il personale sanitario – dicono Zenobi, Caimmi e Canarecci -. Un ringraziamento particolare alla direzione sanitaria, e agli sponsor che ci hanno supportato per la realizzazione dell’opera: Paradisi Srl, Ci.Effe. Costruzioni, Caparol».

Presto andrà in scena un’inaugurazione ufficiale dell’opera, alla presenza delle autorità sanitarie e istituzionali. «È il nostro dono a chi quotidianamente lavora per la salute delle persone e per chi si rivolge all’ospedale – ha detto Federico Zenobi – sperando che sia un messaggio positivo per tutti. Ringraziamo anche la direzione sanitaria nella persona della dottoressa Bacelli che ha subito condiviso il nostro progetto con entusiasmo».

I tre street artist hanno già all’attivo diverse opere in città: i loro colori e le loro firme sono nel quartiere San Giuseppe con la musa Clio, in via Setificio sulla facciata del Man Cave Cafè e alla piscina comunale “G.Bocchini”.