Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, lavori in corso Matteotti: «Diteci se avete cantine o grotte»

Il Comune si rivolge direttamente ai proprietari di immobili nell'area oggetto del cantiere, così da evitare ritardi nel completamento degli interventi

I lavori fra via Grizio e via Angeloni

JESI – Procedono i lavori nelle vie laterali di Corso Matteotti, primo step dell’atteso cantiere che consentirà di riqualificare l’asse pedonale della città. Il Comune si rivolge direttamente ai proprietari di immobili: «Comunicateci la presenza di eventuali grotte e cantine di proprietà o comunque accessibili dagli edifici di proprietà che insistono al di sotto di Corso Matteotti o delle strade oggetto dei lavori, nonché eventuali informazioni utili all’individuazione delle stesse». Tutto ciò per evitare ritardi durante gli scavi. Non solo. Si invitano gli stessi proprietari che abbiano intenzione di chiedere nuovi allacci di utenza (gas, acquedotto, fognatura, telefonia e dati, alimentazione elettrica), o la modifica di quelli esistenti a livello impiantistico, di prendere contatti con i relativi gestori al fine di poter coordinare gli interventi.

Le informazioni potranno essere comunicate alla Portineria del Comune, aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20 ed il sabato mattina dalle ore 8 alle ore 13 (tel. 0731 538526, indirizzo mail: informazioni@comune.jesi.an.it).

Il cantiere, come noto, è partito proprio da via Grizio e via Angeloni. Si vuole infatti sistemare subito queste due vie di accesso alla Fondazione Colocci, tenuto conto che a metà settembre l’edificio ospiterà gli alunni dell’Iss Galilei. E la programmazione dei lavori è stata proprio calibrata per permettere l’accesso e l’uscita di studenti, insegnanti e personale scolastico in assoluta sicurezza. Durante questi primi mesi i lavori interesseranno le traverse laterali. Dopo via Grizio e via Angeloni, saranno rimesse a nuovo via Saffi, via Baligani, via Bisaccioni, via Giordano Bruno e via Palestro. Da gennaio 2021, poi, il cantiere si sposterà direttamente su Corso Matteotti.

La visita del sindaco Massimo Bacci al cantiere fra via Grizio e via Angeloni

«Questo intervento – ha evidenziato il sindaco Massimo Bacci – rappresenta uno dei punti qualificanti del programma di mandato con il quale ci siamo presentati ai cittadini. Ripavimentare Corso Matteotti, eliminando marciapiedi e quell’antiestetico asfalto, allineerà il centro di Jesi a quelli delle principali città italiane e contribuirà in maniera significativa a valorizzarlo come merita».

Sulla base degli accordi intercorsi tra amministrazione comunale, impresa aggiudicataria dell’appalto (ditta Francinella di Osimo) e associazioni di categoria, infatti, questi 4 mesi del 2020 saranno utilizzati per tutti gli interventi sul reticolato minore. Poi, dall’inizio del prossimo anno, il cantiere interesserà direttamente Corso Matteotti dove verrà realizzata una pavimentazione con la medesima pietra utilizzata in piazza Pergolesi, eliminazione dei marciapiedi e livellamento della sede stradale. Saranno interessati complessivamente 450 metri lineari, dall’incrocio con via Mura Occidentali a quello con via Mazzini (poco dopo la chiesa di San Giovanni Battista, lì dove si interrompe l’asfalto attuale). In tutto 4.360 metri quadrati di superficie, per un investimento complessivo di 3,6 milioni, di cui 2,6 con risorse del Comune e il restante milione a carico di Viva Servizi.