Viaggio in canile, la casa dei “randagi” della Vallesina (VIDEO)

L'associazione I Miei Amici Animali gestisce le due strutture di Jesi e di Moie: 240 i cani ospitati, 150 i gatti. La parola ai preziosi volontari

JESI – Due canili, a Jesi e Moie di Maiolati Spontini, con circa 240 cani ospitati e oltre 150 gatti. Un lavoro impegnativo e di grossa responsabilità quello dell’associazione I Miei Amici Animali, presieduta da Fabrizio Vidale e composta da una trentina di preziosissimi volontari.

«Una realtà – spiega il Presidente Vidale – nata nel 1996 grazie al grande impegno di persone che hanno fatto la storia dell’Associazione e che noi cerchiamo di portare avanti con impegno e costanza. Un sodalizio che si finanzia principalmente attraverso i contributi stanziati dai Comuni della Vallesina, in base ad apposite convenzioni, per la detenzione, il cibo e le cure di base. Soldi che, oltre a non esser sempre sufficienti, a volte non arrivano nemmeno nei tempi stabiliti».

È la passione per cani e gatti randagi, insomma, a trainare l’Associazione, che si affida ovviamente anche alle donazioni e alle offerte dei cittadini.

«Il nostro obiettivo più ambizioso – spiega Elisa Santini, una delle volontarie storiche dei due canili – è quello di riuscire a diffondere ai cittadini il reale valore nascosto dietro agli animali e la ricchezza che la relazione con essi ci regala. Non dobbiamo dimenticare che la convivenza uomo e cane è viva da 30.000 anni, una storia ricca di condivisione e di voglia di stare insieme. Non rubiamogli l’animalità al cane, la sua essenza, anzi, facciamoci contaminare dall’euforia, dalla felicità, dalla fiducia, che mettono in ogni momento della loro giornata ed in ogni relazione. Abbiamo un gran tesoro tra le mani, una meravigliosa eredità lasciata dai nostri antenati, non perdiamola».

I Miei Amici Animali riesce a garantire il 98% di uscite rispetto alle entrate, «cioè – puntualizza sempre Elisa Santini – ad eguagliare il numero di cani che entrano, con il numero delle adozioni. Chi ci preoccupa sono i cani adulti otre i 7 anni, che spesso non vengono nemmeno presi in considerazione da chi entra in canile per adottare. Le motivazioni che riceviamo, che vanno dal “preferisco un cucciolo così lo cresco come voglio” (e molto spesso le persone non sono realmente preparate per farlo), al “ma poi vivrà poco con me e finirò per soffrire per la sua perdita”, denotano una cultura ed una società che puntano all’egoismo, sentimento antitetico all’amicizia, ilfondamento che dovrebbe supportare una bellissima esperienza come l’adozione. Ciò che ci intristisce è di non riuscire a passare la reale ricchezza di questi cani, che molto spesso sono equilibrati e pronti ad entrare nelle famiglie per regalare esperienza e valori, invece di terminare la propria vita dentro un recinto. Siamo però orgogliosi di molti adottanti che abbiamo avuto l’immenso piacere di affiancare, che ci danno la forza e ci confermano che siamo sulla strada giusta».

L’associazione I Miei Amici Animali gestisce queste due strutture:

“Il Moiano” di Moie
Via Vallati, 14—uscita superstrada Moie
aperto dal lunedì al sabato
dalle 14.00 alle 16.00
domenica su appuntamento dalle 10.00 alle 12.00
Tel. 334 3721146

Canile Sanitario e Rifugio “M.T. Cardinali” di Jesi  
Via Zanibelli, 6
vicino Oasi WWF Ripa Bianca-uscita Jesi est
aperto tutte le mattine
dalle 10.30 alle 12.30
(tranne martedì e giovedì)
Tel. 0731 619178