Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

La borsa Arcobaleno della designer jesina Valeria Zingaretti tra i finalisti del concorso internazionale DAB

La designer è arrivata tra i primi 30 finalisti del concorso DAB di Hong Kong con il suo progetto di borsa ecosostenibile e portatrice di un messaggio di speranza

Il progetto della borsa "Arcobaleno" di Valeria Zingaretti

JESI – Una borsa comoda, pratica, ecosostenibile e realizzata artigianalmente con materiali di recupero. Una borsa di moda che evoca un messaggio di pace ma al tempo stesso di speranza, la stessa cui abbiamo rivolto lo sguardo in questi durissimi mesi di pandemia quando dai balconi penzolavano striscioni con arcobaleni e la frase “andrà tutto bene”. A quell’arcobaleno si è ispirata la giovane progettista Valeria Zingaretti, 32 anni jesina, che ha realizzato un prototipo di borsa a mano ecosostenibile e con materiali di recupero per partecipare al Concorso Internazionale DAB (Design-A-Bag Competition 2021) di Hong Kong organizzato dalla Fiera Fashion Access e aperto a designer e studenti di designer della moda e della pelletteria di tutto il mondo.

Valeria Zingaretti

Per Valeria Zingaretti questa è una conferma del suo talento: era già arrivata in finale all’IHDA Awards di New York, aveva firmato progetti originali e vincenti come la “borsa Litterae”, gli zainetti “Ladybag”, il gioiello “Merletto”, le ciabatte “Ecos”…progetti assolutamente creativi ed ecosostenibili.

«È un concorso molto prestigioso e sono almeno tre anni che provo a partecipare – ci racconta Valeria –; si svolge su una piattaforma online cui vanno inviate le illustrazioni di design da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento».
L’evento riunisce una comunità di design globale, coltiva l’innovazione e ogni edizione detta dei temi per i progetti in concorso: quest’anno le tematiche erano la ecosostenibilità e il riutilizzo di materiali innovativi. La borsa “Arcobaleno” di Valeria Zingaretti è stata selezionata fra i primi 30 design finalisti.

«Sono felicissima ed emozionata per essere stata ammessa tra i finalisti in tutto il mondo – racconta – di solito i partecipanti sono tantissimi e anche le idee in gara, davvero originali, quindi il fatto che la mia borsa Arcobaleno abbia superato la prima fase, gareggiando per i primi tre posti dei vincitori assoluti, è per me già un grandissimo risultato».

La borsa “Arcobaleno” realizzata dalla designer jesina Valeria Zingaretti

L’idea è nata proprio durante la noia del lockdown guardando fuori dalla finestra. «Quei messaggi arcobaleno che ci hanno accompagnato in questi lunghi mesi mi hanno ispirato – spiega Valeria – perché quello che abbiamo passato difficilmente si dimentica e come tutte le esperienze forti, anche questa credo che debba essere inglobata nel design e nella moda, perché la moda con la sua connotazione sociale dovrebbe rispecchiare la quotidianità. Pertanto, l’ho voluta pratica ed ecosostenibile: per il manico con i colori arcobaleno ho utilizzato un intreccio di pellami italiani ricavati da scarti di produzione, ritagliati e cuciti insieme. Ecco il tema del recupero dei materiali su cui ho puntato».

Ma Valeria Zingaretti non punta solo a messaggi ecosostenibili e di riciclo: punta alla vittoria, non tanto per il premio in denaro quanto per il corso di aggiornamento sulla sperimentazione di materiali ecologici in una scuola di Design di Milano cui il primo vincitore assoluto potrà partecipare. «Mi interesso da anni di studi e sperimentazione materica – conclude Valeria – pertanto vincere quel corso di aggiornamento sarebbe un sogno. Poi i vincitori negli anni passati hanno avuto la possibilità di volare a Hong-Kong alla prestigiosa Fiera del Design. Si saprà il risultato a giugno… incrociamo le dita!».