Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Borghetto Calcio, in molti ricordano con affetto Dennis Piangerelli

La morte del ventenne ha scosso tutta la comunità, l'ambiente calcistico e non solo. Ecco le parole del suo ex allenatore Luca Gabbanini, dell'ex animatore Nicolò Molinelli e del portiere Filippo Buriani. Stabilita la data del funerale: si tiene mercoledì 27 nella chiesa "Cuore immacolato" di Maria di Borghetto

Borghetti in azione nella trasferta di Napoli

BORGHETTO DI MONTE SAN VITO – La morte del ventenne Dennis Piangerelli ha scosso tutti. Ha scosso soprattutto la comunità di Borghetto di Monte San Vito e gli ambienti del Borghetto Calcio, società in cui Dennis ha mosso i passi da calciatore conquistandosi l’affetto di chi ha incrociato la sua strada.

A ricordarlo è soprattutto Luca Gabbanini, allenatore che ha condiviso con lui tanti momenti nel settore giovanile: «Dennis era un ragazzo solare che portava con sé sempre il suo sorriso contagioso. Di lui in campo sportivo ricordiamo la tenacia e la schiettezza con cui si relazionava con tutti noi. Non potevi non volergli bene. Ci mancherà il suo modo sincero e diretto di fare e dire le cose. Affrontiamo l’ennesima tragedia, dopo i nostri Edoardo e Daniel, è tremendamente dura rialzarsi dopo batoste del genere ma lo dobbiamo fare. Soprattutto per loro e tenere sempre vivo il ricordo».

Si stringe al dolore anche Nicolò Molinelli (oggi allenatore della Fiber Pasta Chiaravalle, Serie A2 di Futsal femminile) che, con Dennis, ha condiviso momenti soprattutto estivi: «L’ho visto crescere, sono stato un suo animatore per anni nei centri estivi. Era un bambino vivace, simpatico. Un burlone sempre pronto a giocare. Lo era anche quando giocava. Con lui ho tanti ricordi, lo vedevo al campo con il nonno, con il cugino. Una notizie terribile anche per il rapporto che ho con la famiglia».

Ha voluto idealmente “abbracciarlo” anche Filippo Buriani, attuale portiere del Monserra con un passato nel Borghetto Calcio: «Vedere un ragazzo morto non è mai piacevole, per nessuno. Lo vedevo venire al campo era un bravo ragazzo, un tipo tranquillo. Mi ha fatto male la notizia».

Dopo l’esame autoptico di ieri, 25 novembre, la famiglia attende la restituzione della salma. Il funerale, cerimonia che potrebbe celebrarsi mercoledì 27, alle ore 15, nella chiesa “Cuore immacolato” di Maria di Borghetto.