Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Benevelli: «I playoff? Mai dire mai»

Il lungo della Termoforgia Jesi, autore della partita perfetta domenica scorsa contro Roseto, festeggia la salvezza ottenuta. E carica gli arancioblu in vista delle ultime tre gare

Andrea Benevelli

JESI – Ventitré punti, con un sontuoso 6 su 9 dalla lunga distanza. Il tutto condito dal 5 su 5 dalla lunetta. Cinque anche i rimbalzi, più due assist. Ladies and Gentlemen: Andrea Benevelli. Ennesima partita da incorniciare per il lungo arancioblu dall’educatissima mano. Contro Roseto, l’ala jesina ha infilato triple da ogni posizione, aprendo il campo per i “piccoli” e fornendo un contributo determinante nella lotta sotto le plance del capitano Marco Maganza. Il numero 33 è stato, senza alcun dubbio, l’uomo-chiave della vittoria ottenuta dalla Termoforgia, che domenica scorsa ha anche festeggiato, con tre giornate di anticipo, la salvezza in serie A2.

Tutti in vacanza, ora? Assolutamente no. I playoff, a cui accedono le prime otto squadre del campionato, non sono matematicamente esclusi. Sarà molto dura, bisognerà vincere almeno due delle tre gare che restano e sperare in qualche passo falso delle dirette concorrenti. Ma Benevelli ci crede: «Mai dire mai – afferma -. Dobbiamo provarci. Poi vedremo».

Andrea Benevelli

Benevelli, dopo alcuni anni deludenti, Jesi è tornata a soffrire e sudare con i propri beniamini. E ora festeggia una salvezza ottenuta senza troppi patemi..
«La salvezza raggiunta per noi è una grande soddisfazione. Rappresenta il coronamento del nostro obiettivo primario in stagione e ci fa capire ancora meglio che abbiamo svolto un grande lavoro. Direi che la nostra forza durante questa stagione è stato il gruppo. La voglia di mettersi a disposizione della squadra e di remare tutti nella stessa direzione».

Ora proviamo a raggiungere i playoff?
«Per quanto riguarda i playoff io ancora ci credo. Mai dire mai, anche se non è un obiettivo facile visto che non dipende solo dai nostri risultati. Però noi abbiamo il dovere di provarci e poi alla fine vedremo come sarà andata».

Come si è trovato a Jesi?
«Molto bene. È stata davvero una bella annata».

Quindi possiamo contare sulle sue triple anche per il prossimo campionato?
«Per adesso voglio concentrarmi a finire la stagione nel migliore dei modi e per il futuro, a stagione conclusa, valuterò insieme alla società quali saranno le idee e gli obiettivi per il prossimo anno».