Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Befane solidali alla Caterpillar, il comitato anti degrado difende gli operai licenziati: «Gesto anticostituzionale»

Il comitato anti degrado delle frazioni ha raggiunto i lavoratori, alle 11, con due befane che hanno portato dolciumi ai figli degli operai. Le due befane erano il presidente Paolo Baggetta e il portavoce Fabio Mecarelli

Le Befane a Caterpillar

JESI – Non è arrivata a cavallo di una scopa ma è uscita da una tenda, quella del presidio fisso degli operai che da settimane manifestano per difendere il loro posto di lavoro. Befana solidale questa mattina – 6 gennaio – davanti alla Caterpillar. Il comitato anti degrado delle frazioni ha raggiunto i lavoratori, alle 11, con due befane che hanno portato dolciumi ai figli degli operai. Le due befane erano il presidente Paolo Baggetta e il portavoce Fabio Mecarelli.

Vestiti da vecchietta sono usciti dal tendone con la scopa in mano e hanno consegnato caramelle e cioccolatini a tutti i bambini. Per i più grandi è stata consegnata una raccolta fondi in denaro per aiutarli a mantenere il presidio. «Quello dei vertici Caterpillar – commenta Fabio Mecarelli – è un gesto  totalmente anticostituzionale, l’Italia è un paese fondato sul lavoro e non di arricchimento di pochi che il lavoro di molti produce. Tutti i cittadini della zona dovrebbero essere presenti qui e vicino a questi lavoratori perché la chiusura del sito causerà degrado socio economico a tutto il territorio».