Jesi-Fabriano

The Supporter Aurora, è iniziata l’avventura. «Riportare questa realtà all’importanza che le compete»

Le parole di coach Massimo Meneguzzo e di Nelson Rizzitiello nel giorno del raduno. Lardinelli: «Per le partite ingresso al palas per 975 spettatori, con green pass, mascherina e posti numerati. Chiuse le curve»

Da sinistra Michele Maggioli, Massimo Meneguzzo, Nelson Rizzitiello, Altero Lardinelli, Carlo Audino

JESI – Si è radunata e ha iniziato a lavorare la nuova The Supporter Aurora Jesi, proiettata verso la stagione 2021-22, la terza in Serie B.

Al PalaTriccoli, il punto al momento del via tracciato dall’amministratore Altero Lardinelli insieme al tecnico Massimo Meneguzzo, al club manager Michele Maggioli, al team manager Carlo Audino e a Nelson Rizzitiello, al rientro dall’infortunio della passata stagione.

«Per le partite l’ingresso al palas sarà consentito a 975 spettatori- dice Lardinelli – con green pass, mascherina e posti numerati. Saranno chiuse le curve, ad accordi di volta in volta con le società ospitate si farà riferimento per l’accesso dei tifosi ospiti. Avranno un pass quanti avevano sottoscritto la tessera d’abbonamento lo scorso anno e non hanno richiesto il rimborso». Tutti vaccinati i giocatori arancioblù, ricorda Maggioli. Non occorrerà il ricorso massiccio ai tamponi della passata stagione (per un costo di 18 mila euro).

Dice Meneguzzo: «Vogliamo riportare l’Aurora all’importanza che gli compete nel territorio e nel movimento cestistico. Abbiamo il girone sulla carta più difficile ma è un bene, mi è capitato spesso e mi sono sempre divertito». E su Rizzitiello, «Sta facendo un ottimo lavoro di recupero – spiega il tecnico-  sarà il giocatore d’esperienza che esce dalla panchina e dà un contributo importante, sa cosa fare, come giocare la palla, che tipo di esempio dare ai giovani. Sarà un allenatore in campo».

Conferma il giocatore: «Mi fa piacere il ruolo di chioccia, questa annata per me è un nuovo inizio».

Ti potrebbero interessare