Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Aurora Jesi, Fabio Giampieri è pronto: «Farò ciò di cui la squadra ha bisogno»

Confermata la guardia senigalliese classe 1993, autore di un'ottima stagione. «Quest'anno siamo più quadrati, i ruoli sono maggiormente definiti»

Fabio Giampieri

JESI – Altra conferma per l’Aurora Jesi. Fabio Giampieri vestirà ancora la casacca arancioblu. Il classe 1993, nato e cresciuto cestisticamente a Senigallia, è stato presentato oggi in videoconferenza.

«Sono molto, molto contento che Fabio sia ancora con noi – dice il club manager, Michele Maggioli -. L’anno scorso lo abbiamo apprezzato come giocatore e come persona. Pensiamo che dal punto di vista tecnico e umano sia assolutamente fondamentale per questa squadra, potendo mettere in campo esperienza e solidità. Giampieri ha manifestato subito il desiderio di restare con noi e con grande piacere vestirà ancora la maglia dell’Aurora».

«Fabio sa che deve dare qualità al nostro attacco, e quantità, perché la squadra avrà bisogno di avere determinate caratteristiche dal punto di vista difensivo e di aggressività sulla palla – afferma coach Marcello Ghizzinardi -. Ci aspettiamo un supporto notevole da lui. Dovrà essere la bocca da fuoco in certe situazioni e, nello stesso tempo, fornire un sostegno considerevole in campo ai suoi compagni».

«Rispetto alla stagione scorsa ci sarà più equilibrio, e ci sarà probabilmente più continuità di lavoro – le parole di Giampieri -. Quest’anno abbiamo una squadra più quadrata, con ruoli maggiormente definiti. Le sensazioni e le premesse sono molto buone. La bellezza della pallacanestro è che si può sempre migliorare. Spero di incrementare la mia pericolosità palla in mano. Ci sto già lavorando. Sono a disposizione della squadra, farò ciò di cui ci sarà bisogno. A me fare trenta punti e perdere non andrà mai bene. Preferisco giocare cinque minuti e vincere».

«Felicissimo che Fabio abbia accettato la nostra proposta – commenta l’amministratore unico Altero Lardinelli -. Si incastra perfettamente nel progetto tecnico della squadra. Conosciamo il suo valore e sono molto contento di averlo con noi. Relativamente al campionato, non si sa ancora contro quali avversari giocheremo. Sappiamo che Ancona e Fabriano hanno fatto due squadre molto competitive, per il resto ci sono pochi movimenti. Il campionato sarà tosto, divertente. Speriamo che presto vengano ufficializzati i gironi e la data di inizio del campionato».