Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Aurora Calcio Jesi, ecco la squadra tecnica

Dopo la conferma del Responsabile tecnico Francesco Bacci, volti nuovi e riconferme. «Professionalità, serietà, grande umanità e idee chiare, senza le quali è impossibile programmare il futuro»

Stretta di mano fra il presidente dell'Aurora Calcio Emiliano Togni, a sinistra, e Francesco Bacci

JESI – L’Aurora Calcio Jesi, dopo aver confermato il Responsabile Tecnico Francesco Bacci, rafforza la propria programmazione, assicurandosi gli allenatori e i collaboratori che per la stagione 2020/2021 faranno parte della squadra tecnica.

La nuova squadra voluta da Bacci è definita, fra nomi riconfermati e nomi nuovi. Compongono il quadro delle riconferme gli allenatori Francesco Uncini, Matteo Mastri, Simone Grattini, Luca Sesterzi e Fabrizio Santoni. Tutti gli allenatori sono in possesso di abilitazioni Uefa o Attestati Laurea Scienze Motorie.

Con loro ci saranno i collaboratori Riccardo Santoni, Mattia Curzi, Lorenzo Pisconti, Gabriele Ragaglia, Alessandro Martiniello, Nicola Giampaoletti. «Bacci – fanno sapere dall’Aurora – conferma la grande professionalità, la grande serietà e la grande umanità applicata da tutti. Ma dietro a dei risultati importanti c’è sempre una Società solida e con idee chiare, senza le quali è impossibile programmare il futuro. Un ringraziamento particolare, da parte della Società, va a Federico Pieroni, Nicolas Cantarini e Marco Vicari che per esigenze lavorative hanno dovuto declinare l’impegno per il prossimo anno. Persone affidabili, serie e con grande senso di responsabilità. A loro un grandissimo, sincero e vero ringraziamento».

«Il presidente Emiliano Togni ci tiene a ringraziare tutti, dagli allenatori, ai collaboratori, ai Dirigenti, a tutte le persone che dietro le quinte si sono adoperati affinché ognuno mettesse a disposizione il proprio tempo, la propria passione e la voglia di condividere un progetto che darà sicuramente degli ottimi frutti. Nei prossimi giorni verranno presentati i nuovi allenatori e con loro le nuove programmazioni».