Villa Borgognoni e Casa di Riposo: «Che fine hanno fatto i lavori?»

Lo chiede con una interrogazione la consigliera di Jesi in Comune Agnese Santarelli. Gli uffici comunali: «C’è un ritardo sul cronoprogramma di un paio di mesi, legato alle procedure burocratiche»

villa borgognoni
Villa Borgognoni

JESI – I lavori alla Casa di Riposo e su Villa Borgognoni? «C’è un ritardo sul cronoprogramma di un paio di mesi, legato alle procedure burocratiche». Così gli uffici comunali, dopo la interrogazione sul tema avanzata dalla consigliera di Jesi in Comune Agnese Santarelli.

«Lo scorso anno- ricorda Santarelli– Villa Borgognoni doveva essere interessata da lavori di sistemazione e manutenzione, con inizio a ottobre 2018, che avrebbero dovuto permettere, di lì a poco, il trasferimento degli uffici dell’Asp. A seguito di questo, sarebbero dovuti iniziare i lavori di ristrutturazione della Casa di Riposo, con trasferimento interno dei relativi ospiti, per una durata di tre anni. Ad oggi, non risulta che alla Casa di Riposo siano iniziati i lavori “urgenti”, né che vi sia stato un qualche spostamento degli ospiti interessati».

 

agnese-santarelli
La consigliera comunale Agnese Santarelli

La direzione dell’Asp, Azienda Servizi alla Persona, aveva chiesto la disponibilità di Villa Borgognoni, dove l’attività ricettiva di ostello è cessata nel 2014, per spostarvi uffici e attività amministrativa dalla vicina Casa di Riposo, in vista della ristrutturazione di quest’ultima. «Tenuto conto che non è possibile trasferire tutti i 113 utenti della Casa di Riposo in altra sede- aveva spiegato l’Asp- risulta necessario procedere ai lavori in step successivi trasferendo gruppi in altre stanze sino al termine della ristrutturazione. Visto che le sole stanze disponibili sono quelle utilizzate come uffici dei dipendenti ASP, si rende necessario individuare spazi esterni alla struttura per trasferirli».

Quanto ai lavori, dal Comune spiegano: «Per la ristrutturazione della Casa di Riposo si è da poco chiuso il bando per individuare il progettista. Una commissione congiunta Comune – Asp affiderà la progettazione tra la fine di ottobre e la metà di novembre. Selezionato il professionista, il progetto finale è previsto sia pronto per l’aprile del 2020. A Villa Borgognoni si sono conclusi gli interventi necessari ad adattare i locali alla diversa funzione di sede di uffici. Resta da sistemare una tubatura mentre a giorni l’Economato ritirerà tutto il mobilio presente nella struttura e non più necessario».