Jesi, con la tombola di San Settimio inizia la festa

Oggi, 22 settembre, la ricorrenza del giorno del Patrono. Alle 18,30 la Santa Messa solenne in Cattedrale, alle 21,15 concerto d'organo. Alle 20,30 in Piazza della Repubblica si rinnova la tradizione organizzata da Avis e Aido, all'insegna della sicurezza. Poi le Fiere

La tombola di San Settimio

JESI – Scatta da oggi, domenica 22 settembre, ricorrenza del giorno del Patrono cittadino San Settimio, la festa a Jesi. Punti salienti della giornata odierna la celebrazione religiosa, con la Santa Messa e la tradizione visita dei fedeli in Cattedrale, e la tradizionale tombola in piazza della Repubblica. Da domani, 23 settembre, e fino a mercoledì 25, tocca alla tre giorni di Fiere.

In raccoglimento davanti l’urna di San Settimio martire, primo vescovo di Jesi

Gli appuntamenti in Cattedrale per San Settimio sono in particolare quelli con la Santa Messa solenne presieduta dal vescovo Gerardo Rocconi alle 18,30 e dal concerto d’organo alle 21,15. Aperta da oggi a mercoledì 25 la pesca di beneficenza.

 

Per la tombola l’appuntamento è alle 20,30 in Piazza della Repubblica. Tre premi rispettivamente da 3 mila, 2 mila e mille euro, cartelle in vendita a 2,50 euro. Dal balcone del Pergolesi scandirà la presentazione della tombola la voce di Graziano “Figaro” Fabrizi. Varchi d’accesso alla piazza quelli su Corso Matteotti, via Cavour, via Pergolesi, Costa Mezzalancia, via XV Settembre (che vigilerà anche sull’utenza in uscita dall’impianto di risalita di via Castelfidardo). Piazza della Repubblica chiusa dalle 19,30, orario dopo il quale l’ingresso, causa il rispetto delle misure di sicurezza richieste dalle normative, sarà permesso solo ai possessori delle cartelle della tombola, che riceveranno apposito tagliando.  Per chi, in possesso della cartella, non dovesse entrare in piazza, nessun rischio, perché in caso di vittoria sarà comunque accompagnato dai volontari dell’organizzazione in teatro. Banchetti per la giocata della tombola aperti fino alle 20.