Servizio civile, c’è spazio a Jesi e in Vallesina

Sei i progetti, una sessantina i posti a disposizione in virtù della collaborazione fra Arci, Comuni e Cooss Marche. Il quadro è stato presentato da Stefano Squadroni di Arci insieme ad amministratori di alcuni dei Comuni coinvolti

Comuni, Arci e Cooss Marche per servizio civile in Vallesina

JESI – Sei progetti e 59 posti per svolgere il servizio civile in Vallesina, in virtù della collaborazione fra Arci, Comuni e Cooss Marche. Il quadro è stato presentato da Stefano Squadroni di Arci insieme ad amministratori di alcuni dei Comuni coinvolti (assessori e assessore di Jesi, Maiolati Spontini, Filottrano, Cupramontana e Morro d’Alba: Paola Lenti, Beatrice Testadiferro, Maria Accattoli, Alessandro Luzi, Raniero Romagnoli), a Giampaolo Gherardi e Filippo Triccoli di Cooss Marche, a Francesco Pastore della Casa di Riposo San Vincenzo de Paoli all’ex collegio Pergolesi di Jesi. «Un’esperienza, quella della collaborazione con Arci per il servizio civile, che ci ha ampiamente soddisfatti- dice Lenti- e che va sostenuta».

Venticinque i posti in Vallesina (più uno a Fano) per il progetto “Nessuno è mai vecchio: ricicliamo”, per potenziare e qualificare gli interventi socio-educativi e riabilitativi degli anziani accolti nelle Case di riposo presenti a Jesi, Montecarotto, Morro d’Alba (attualmente a Senigallia), Filottrano, Cupramontana, Apiro, Staffolo, Cingoli, Falconara Marittima. I volontari collaboreranno a laboratori, attività ludiche e ricreative, eventi di socializzazione con scuole e associazioni.

Quattro i posti per “Obiettivo: Under 20” alla Pinacoteca di Jesi, per far avvicinare i giovanissimi all’arte moderna e contemporanea e studiare strategie comunicative. Possibilità per nove nelle biblioteche di Jesi, Chiaravalle, Maiolati Spontini, Camerata Picena, Cupramontana, Filottrano, Polverigi, San Paolo di Jesi con “M_Lol, una simpatica ricerca” volto ad attrarre giovani e supportare l’utenza. Quattordici posti per “La memoria della storie locali all’educazione alla Pace 2019”, progetto nazionale che coinvolge i volontari su temi e fatti storici legati a Resistenza, Shoa obiezione di coscienza al servizio militare. Tre i posti disponibili su Jesi per “A ognuno il suo percorso”, per migliorare il soggiorno nelle strutture per persone con disabilità, quattro quelli del progetto Uisp “Educare alla salute” per la promozione di adeguati stili di vita.

Il servizio civile universale si rivolge ai giovani tra i 18 e i 28 anni. Dura 12 mesi, con un impegno di 25 ore a settimana e una retribuzione mensile di 439 euro. La presentazione delle domande scade il 10 ottobre 2019 alle ore 14. Il bando è disponibile sul sito www.serviziocivile.gov.it.

Le domane potranno essere presentate esclusivamente online per mezzo di una piattaforma specifica a cui si potrà accedere attraverso Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale).  Per richiedere lo SPID bisognerà accedere al sito dell’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale) (https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid) dove sono disponibili tutte le informazioni.