Jesi – Loreto a piedi, in marcia per la 41esima edizione

Si rinnova la tradizione: dopo la Santa Messa celebrata dal vescovo Rocconi nella chiesa di Sant'Antonio Abate del quartiere Minonna, si partirà alla volta della città mariana

L'arrivo a Loreto dell'edizione 2018

JESI – Si rinnova domani, sabato 15 giugno, per la 41esima volta, la tradizione del pellegrinaggio a piedi da Jesi a Loreto.

Trentanove chilometri, dalla Parrocchia jesina di Sant’Antonio Abate, quartiere Minonna, da cui si parte intorno alle 21.30, fino alla Santa Casa di Loreto dove si arriva, abitualmente, intorno alle 7 del mattino, dopo una notte di cammino e di riflessione.

«Un pellegrinaggio che è un cammino di intensa ricerca- dice Franco Mercadante, organizzatore da anni dell’evento – verso quella Casa dove ci sentiamo amati, compresi, abbracciati».

L’organizzatore Franco Mercadante

Furono intorno ai 200 i partecipanti alla manifestazione lo scorso anno. Da Borgo Minonna, il percorso sale a Santa Maria Nuova, da dove a mezzanotte si aggregherà quest’anno (ritrovo alla Chiesa parrocchiale di piazza Magagnini) un secondo gruppo di pellegrini, e poi scende per Collina fino a Casenuove di Osimo, dove è tradizione la sosta ristoro intorno all’una, Villa Musone e quindi la salita verso Loreto. «Un grande aiuto e un ringraziamento – dice Mercadanti – va alla decina di persone della Protezione civile e dei carabinieri in congedo dei Leoni Rampanti di Jesi che ci assistono lungo il cammino, oltre al personale della Croce Rossa che garantisce l’assistenza sanitaria e alla concessionaria Toyota di Jesi che ci segue col suo mezzo».

Santuario di Loreto
Santuario di Loreto

Il programma prevede ritrovo a Sant’Antonio Abate alle 19.30, l’ascolto di testimonianze e la Santa Messa in chiesa officiata dal vescovo don Gerardo Rocconi e insieme a lui dai sacerdoti don Giuseppe Quagliani e don Federico Rango, ordinato da pochi giorni. Quindi la partenza. «Porteranno le loro testimonianze un giovane detenuto in permesso, accompagnato da Matteo Donati della Caritas, e l’associazione La Tenda di Abramo, da anni attiva nell’accoglienza dei senza tetto. A Loreto ci accoglie davanti al Santuario il conterraneo padre Gianluca Quaresima, per una breve omelia prima del ritorno a casa» dice Mercadante.

Di 5 euro il costo del contributo alle spese di organizzazione, di 7 euro poi la quota per il ritorno in pullman da Loreto.