Natale 2018: JesiCentro consegna alle scuole il ricavato dei calendari dei bimbi

A ciascuno dei quattro istituti comprensivi novecentodue euro, frutto di quanto raccolto dai commercianti con le offerte per i disegni degli alunni esposti durante le festività. La soddisfazione dell'associazione e del sindaco Massimo Bacci

I rappresentanti degli Istituti Comprensivi jesini con gli assegni simbolici. Alle loro spalle, Marco Broglia e Andrea Carotti (Jesi Centro), al centro il sindaco Massimo Bacci

JESI – Novecento due euro per ciascuno dei quattro istituti comprensivi cittadini. La somma, frutto dell’iniziativa messa in campo dai commercianti dell’associazione JesiCentro per il periodo natalizio, è stata simbolicamente consegnata ai rappresentanti delle scuole in Comune, alla presenza del sindaco Massimo Bacci. C’erano Marco Broglia e Andrea Carotti per JesiCentro, i dirigenti Massimo Fabrizi (Istituto Comprensivo Federico II) e Maria Rita Fiordelmondo (Lorenzo Lotto), il vicario Francesco Campagna (Carlo Urbani) e la vice preside Laura Fiordelmondo (San Francesco) per le scuole.

«Siamo molto soddisfatti dell’esito dell’iniziativa- ha sottolineato Broglia– oltre ogni aspettativa. Tutto è nato con l’idea di coinvolgere, noi operatori del centro, quanto più possibile la città, i giovani e le loro famiglie. Sono stati consegnati nelle scuole dei calendari che i bambini hanno decorato coi loro splendidi disegni. Ne sono venuti lavori bellissimi che, a partire dalla data dell’accensione delle luminarie in centro, lo scorso 2 dicembre, abbiamo esposto nei nostri negozi e messo a disposizione della clientela per una raccolta fondi volontaria. Risorse che ora vengono ridistribuite alle scuole. Far rivivere il centro è l’obiettivo che ci ha animato, una emozione vera vedere le tante persone che, a partire proprio dall’evento del 2 dicembre, hanno risposto. Grazie al Comune per la sua collaborazione».

Da sinistra il sindaco Massimo Bacci, Marco Broglia e Andrea Carotti di JesiCentro, con il calendario dei bimbi consegnato al primo cittadino

Uno dei calendari è stato consegnato proprio al sindaco Bacci, che dice: «Espressione abusata ma in questo caso assolutamente adatta, quella della sinergia fra pubblico e privato che ha contribuito nelle scorse festività, al di là delle differenze di giudizio e di opinione, a portare tantissimi, giovani e meno giovani, in centro e davanti al palco in piazza. Grazie ai commercianti per il mecenatismo nei confronti delle scuole. Stare uniti e collaborare sarà ancora la strada da seguire anche in questo 2019».