Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Morro d’Alba, minoranza all’attacco su via del Mare

Nel mirino di Riccardo Medici, capogruppo della Lista Civica Crescere Insieme, i lavori in corso sulla strada provinciale che collega il paese della Lacrima a Senigallia. «Modifica al progetto peggiorativa per viabilità e sicurezza»

MORRO D’ALBA – Opposizione all’attacco a Morro d’Alba. Nel mirino di Riccardo Medici, capogruppo della minoranza consiliare della Lista Civica Crescere Insieme, i lavori in corso su via del Mare, la strada provinciale che, come suggerisce il nome, collega il paese noto per il vino Lacrima a Senigallia.

Secondo l’opposizione: «L’amministrazione Ciarimboli avrebbe modificato il progetto originale eliminando un tratto di marciapiede che si sarebbe dovuto realizzare nel cortile espropriato di un privato. Questa variazione ha inoltre comportato lo spostamento di un attraversamento pedonale in piena curva, innescando ulteriori prescrizioni da parte della provincia sul tratto interessato dai lavori: diminuzione della velocità da 50 a 30 chilometri orari. I lavori, realizzati attraverso un contributo provinciale e un mutuo acceso dal Comune di Morro d’Alba, erano finalizzati al miglioramento della viabilità e a un aumento della sicurezza stradale. Ma ad oggi c’è da chiedersi se la finalità del progetto originale sia stata effettivamente mantenuta».

Afferma Medici: «E’ nostra intenzione chiedere in forma scritta alla Provincia di Ancona, che ha approvato la variante, se effettivamente il progetto sia migliorativo per la viabilità. I cittadini si ritroveranno con un’opera che nel tratto sarà peggiorativo di viabilità e sicurezza, i pendolari che passeranno per Morro avranno un limite di velocità ulteriore da rispettare a ridosso di un autovelox. Strategia per fare cassa? Sicuramente uno spreco di soldi pubblici».