Jesi, Torre Erap: chi lascia la strada vecchia per la nuova…

Ufficialmente in vigore da questa settimana la modifica della viabilità che "sopprime" un vecchio pezzo di via Tessitori, occupato dal cantiere per il palazzo di sette piani, e regolamenta la circolazione sul nuovo tratto. Condotta fognaria da spostare per procedere

Il cantiere della torre Erap

JESI – «Sono stati completati i lavori di asfaltatura del nuovo tratto di strada denominato via Tessitori realizzato dall’Erap Marche di collegamento con la Palestra Carbonari e il Centro Sociale. Si ordina di sopprimere il vecchio tratto di strada ricadente all’interno della nuova edificazione Erap». Mentre «sul nuovo tratto di via Tessitori di collegamento con la Carbonari e il Centro Sociale è istituito il doppio senso di circolazione ed è regolamentata la sosta negli appositi spazi di marcia ubicati lateralmente la carreggiata». Ora è ufficiale e messo nero su bianco, nell’ordinanza in vigore da martedì 4 giugno scorso che regolamenta la nuova viabilità nell’area alla luce del cantiere della discussa torre Erap. Un cantiere che ha fatto scomparire un vecchio pezzo di via Tessitori e ne ha fatto apparire uno nuovo.

Riguardo invece allo stop dei lavori per la realizzazione del palazzo di appartamenti a edilizia agevolata di sette piani e trenta alloggi, «a seguito del picchettamento dell’area e dell’inizio dei lavori è stata riscontrata, all’interno dell’area di sedime dell’edificio, la presenza di una condotta fognaria incompatibile con l’opera, che va pertanto spostata». Approvato solo di recente il progetto esecutivo, sarà l’Erap a farsi carico dell’intervento. Fissato invece per l’11 giugno un incontro in Regione fra residenti dell’area e comitato contrario al progetto con l’assessora regionale Anna Casini. La torre Erap gode di un contributo regionale per 2 milioni di euro.