Ferrari e auto storiche, romba il fine settimana dei motori a Jesi

Domenica 2 giugno in via Guerri la manifestazione, e poi la sfilata delle "Rosse" in piazza della Repubblica, per l'inaugurazione dello Scuderia Ferrari Club Cittadino. Ma sabato 1 e domenica 2 spazio anche alle vettura d'epoca de "Dalla città di Federico II"

JESI – Circa quaranta “Rosse” dei ferraristi marchigiani dei club di Altidona, Ostra, Montemarciano, Castorano e Porto Potenza Picena sfileranno, domenica prossima 2 giugno alle 19,30, nel cuore storico della città, entrando da porta Garibaldi e risalendo lungo via Pergolesi fino alla sosta di piazza della Repubblica. Una parata d’onore al termine della kermesse che omaggerà, in via Guerri (nel piazzale adiacente la sede Inps), l’inaugurazione della Scuderia Ferrari Club di Jesi. Ospiti dell’evento, nomi importanti del mondo dei motori: il collaudatore ufficiale della Formula 1 Ferrari Antonio Fuoco, Daniel Mancinelli (pilota Ferrari 488 GT3), i campioni Under 25 fabrianesi Luca e Simone Riccitelli e le glorie motoristiche jesine Alessia e Alex Polita ed Enrico Fulgenzi.

Daniel Mancinelli nell’abitacolo della Ferrari 488 Gt3

Regina del pomeriggio Ferrari di via Guerri, al via dalle 14,30, la monoposto Formula 1 Ferrari che scenderà appositamente da Maranello. Ma ci saranno anche gare di pit stop al cambio gomme fra i club, un simulatore Formula 1 sul quale provare il brivido della corsa, giochi per i più piccoli e intrattenimento con la conduzione di Selena Abatelli. «Un evento importante per la città, se si tiene presente che le Scuderie Ferrari Club in tutto il mondo sono limitate e per la possibilità di vivere da vicino il rapporto con la Rossa» dice Antonio Ferrari, presidente del club jesino. Plaude alla manifestazione anche l’assessore allo sport Ugo Coltorti.

Le auto storiche dell’ASI

Il fine settimana motoristico a Jesi vivrà però anche sul fronte dell’automobilismo d’epoca. Scatta sabato 1 giugno la due giorni della XXI edizione del raduno di auto storiche “Dalla Città di Federico II”, manifestazione rivolta ai veicoli omologati ASI (club Automoto Storiche Italiane) e valevole per il Trofeo Nazionale “Marco Polo”. Con il patrocinio dei Comuni di Jesi, Senigallia e Offagna, l’evento del Club Jesino Moto Auto d’Epoca (Cjmae) nei due giorni coprirà una distanza di 78 km.

auto storiche
Una delle precedenti edizioni del raduno Cjmae

Partenza da Monsano alle 10 alla volta di Senigallia, stop in aziende enogastronomiche, e dopo la pausa pranzo ritorno a Jesi con sosta delle auto partecipanti in piazza della Repubblica dalle 17 alle 19.  Alle 17,30 a palazzo dei Convegni gli equipaggi prenderanno parte alla conferenza dell’ingegner Massimo Carrozzo, commissario cultura ASI, dedicata alla “Alfa Romeo Giulia Spider, auto da leggenda che non ha bisogno di presentazioni”. Il programma della seconda giornata prevede la partenza alle 9 alla volta di Offagna, con visita guidata alla Rocca medievale; alle 11 e 30 partenza verso Montecarotto con stop per il pranzo e termine del tour alle 15,30.