Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, l’Asur cerca un magazzino logistico e operativo in città

L'azienda sanitaria ha chiesto un immobile di circa 700mq con ampio parcheggio in cui i tir possano fare manovra, non distante da via San Francesco, da via Guerri e dall'ospedale Carlo Urbani

Jesi, il Poliambulatorio di via Guerri
Jesi, il Poliambulatorio di via Guerri

JESI – Un immobile di circa 700 mq con magazzino, ufficio, spogliatoio e due bagni, ubicato in un’area in cui i tir possano muoversi senza difficoltà. È quanto sta cercando l’Asur Marche per svolgere alcune funzioni logistiche e operative. La struttura, si legge nella manifestazione di interesse pubblicata dall’azienda sanitaria, deve essere situata nelle vicinanze degli snodi/sbocchi dei principali assi viari a scorrimento veloce nonché ai principali presidi sanitari, vale a dire i distretti di via Guerri e via San Francesco, e l’ospedale Carlo Urbani.

Il contratto di locazione, che sarà stipulato con l’offerente selezionato, avrà durata di 6 anni, rinnovabile tacitamente di ulteriori sei, a meno che una delle parti non comunichi anticipatamente la disdetta. Il canone di locazione, dovrà essere inferiore, pena nullità, alla quotazione immobiliare minima della Agenzia delle Entrate – Banca online/mese – 1° semestre 2020. Gli operatori economici interessati devono far pervenire la necessaria documentazione, pena l’esclusione, entro il termine perentorio delle ore 13 del 30/11/2020 al seguente indirizzo PEC “areavasta2.asur@emarche.it”.

L’immobile, entrando ancor più nel dettaglio, dovrà essere dotato di autonomia funzionale, o in alternativa andrebbero bene anche fabbricati/locali adiacenti a complessi immobiliari purché distinti e separati dal resto, anche dal punto di vista impiantistico. Deve essere in possesso delle destinazioni d’uso conformi alle attività che vi si svolgeranno (attività logistica e amministrativa di ufficio, vale a dire movimentazione, immagazzinamento, conservazione e consegna di beni economali e la gestione delle relative scorte), e delle relative ed eventuali autorizzazioni/pareri (urbanistiche, impiantistiche e di prevenzione incendi).

All’esterno, come detto, vi dovrà essere un’area parcheggio dedicata al carico/scarico merci che consenta la manovra anche di tir da 12/15 metri, oltre alla disponibilità di spazi di sosta per il personale dipendente (circa 2/3 posti auto).