Jesi, assemblea aperta sui problemi della sanità

Il consigliere comunale, Giancarlo Catani, presidente della seconda commissione consiliare, ha organizzato un momento di incontro con l'azienda sanitaria e i sindacati per fare il punto sulle criticità

L'ospedale
L'ospedale "Carlo Urbani" di Jesi

JESI – “Analisi delle attuali e urgenti criticità gestionali ed operative dell’Ospedale Carlo Urbani di Jesi ed indicazioni delle prospettive future nell’ottica di una corretta e funzionale assistenza al malato”. Questo è il tema al centro del dibattito in programma martedì 2 luglio, ore 18, a palazzo dei Convegni. Eccezionalmente, la seconda commissione consiliare “Servizi a domanda individuale – Cultura, Turismo, Sport e Tempo libero” esce dal Municipio per raggiungere la sala conferenze di Corso Matteotti al fine di coinvolgere maggiormente la cittadinanza. L’idea è di Giancarlo Catani, il consigliere comunale di maggioranza che presiede l’organismo di indirizzo politico.

Sono stati già inoltrati gli inviti all‘Asur Marche, all’Area Vasta 2 e alle organizzazioni sindacali. Non si esclude il coinvolgimento delle associazioni che hanno a che fare quotidianamente con l’ospedale. «Abbiamo pensato potesse essere utile questo momento di confronto», spiega Catani, che a giorni saprà con esattezza chi saranno i relatori. L’assemblea è aperta a tutti, ma – salvo modifiche temporanee al regolamento – non sarà possibile intervenire.

I rappresentanti dei lavoratori, sul tema, si sono già fatti sentire. Hanno infatti stigmatizzato il piano ferie che, fino a settembre, ridimensionerà personale e attività dei reparti. Temono che ciò possa avere ripercussioni sui pazienti. Inoltre, un dossier dei responsabili della sicurezza dell’Area Vasta 2 ha evidenziato sia carenze strutturali che d’organico a livello medico e amministrativo. Tutto ciò mentre in regione si discute il nuovo piano socio-sanitario.