Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Da “La via del Commercio” a “Il filamento verde”: ecco gli indirizzi ciclabili di Jesi

Approvato dalla Giunta il progetto definitivo per 60 mila euro di lavori a completamento dell'Asse Sud. Ma ci sono anche il "fronte Nord" fra Erbarella e Agraria e le altre linee di attuazione del Biciplan

Piste ciclabili a Jesi

JESI – C’è “La via del Commercio”, lungo l’Asse Sud. Ma anche quella de “Il tempo libero”, nell’area di Fausto Coppi. E poi “Al lavoro in bicicletta”, fra Viale della Vittoria e la Zipa; “Il verde sotto le mura”, fra il Ventaglio e il Boario; “Il filamento verde” fra centro storico e ospedale e infine “il fronte Nord”, fra l’Erbarella e via Agraria. Così denominate, sono le principali linee di attuazione del “Biciplan” della città di Jesi. Da completare con una rete di secondo livello – per «permettere la ciclabilità diffusa composta da piste e da itinerari ciclabili, realizzabile anche con interventi di moderazione del traffico, pedonalizzazioni, zone di incontro» – e parcheggi scambiatori.

«È necessario incrementare la mobilità ciclabile urbana di Jesi per avvicinarsi ai valori europei e alla sostenibilità ambientale» rileva la Giunta, fresca d’approvazione del progetto definitivo-esecutivo di un ulteriore tratto: lavori per 60 mila euro per il completamento del percorso ciclabile di secondo livello fra via XXIV Maggio, via Setificio, via Granita, via Tessitori e viale Don Minzoni. Completando così “La via del Commercio”.

«L’amministrazione comunale intende, suddividendolo in più stralci, realizzare l’itinerario identificato come la “via del Commercio” nel Biciplan Comunale o meglio generalizzato come “pista ciclabile Asse Sud” – spiega la Giunta- che consentirà di estendere la rete di collegamento su sede ciclabile fino a via Don Battistoni, permettendo così di connettere la zona ad ovest (Gallodoro) con quella ad est (Zipa) del territorio comunale, area ad alta densità produttiva».

Evidenzia l’amministrazione: «Nell’ultimo anno, anche in conseguenza dell’evento pandemico, sono aumentati i fruitori della bicicletta sia per gli spostamenti “casa-lavoro” che per gli spostamenti quotidiani. È negli obiettivi di mandato perseguire il potenziamento e la promozione della mobilita sostenibile ed in particolare gli spostamenti casa-lavoro e casa-aggregati commerciali».