Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, Aspettando Volontarja: incontro a Palazzo Pianetti con il professor Moro

Docente di Sociologia della politica e delle organizzazioni all'Università della Sapienza di Roma, il figlio dello statista rapito e ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978, sarà in città il 29 settembre

Da sinistra Tommaso Cioncolini, Massimo Bacci, Matteo Baleani, Carlo Bellocchi e Mario Argentati

JESI – Sarà il professor Giovanni Moro, docente di Sociologia della politica e delle organizzazioni all’Università della Sapienza di Roma e figlio di Aldo, lo statista rapito e ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978, il protagonista martedì prossimo 29 settembre (ore 18) a Jesi a Palazzo Pianetti dell’incontro “Le parole del volontariato: cittadinanza”. Un appuntamento- nel corso del quale sarà appunto al centro il saggio del professor Moro, “Cittadinanza” – che si inquadra in “Aspettando Volontarja”, la rassegna dedicata al terzo settore alla quale hanno dato vita Comune di Jesi e il Coordinamento delle associazioni di volontariato di Jesi e Vallesina.

A curare per l’amministrazione l’evento i nuovi consiglieri delegati al tema- dopo il ritiro delle deleghe all’ex assessora Paola Lenti deciso dal sindaco Massimo Bacci- Matteo Baleani e Tommaso Cioncolini. Presenti per il coordinamento Carlo Bellocchi e Mario Argentati.

Da sinistra Tommaso Cioncolini, Massimo Bacci, Matteo Baleani, Carlo Bellocchi

«Il terzo settore è un pilastro della nostra società – dice Baleani– nell’accingerci al compito siamo partiti da un sondaggio presso le associazioni, una cinquantina quelle che hanno risposto, per capire da loro in che direzione orientarci per i temi da trattare».

Spiega Cioncolini: «Volontarja, complice anche la situazione venutasi a creare col Covid, diviene sempre più un processo su un arco temporale lungo. Questo incontro è il primo tassello di un mosaico ampio e articolato. Vogliamo mettere in moto qualche cosa di importante, nel rapporto col mondo delle scuole, nel riflettere sul lessico del volontariato così da parlare la stessa lingua, nel mettere al centro non solo i soggetti ma la cultura stessa del volontariato».

Prenotazione obbligatoria per la partecipazione, allo 0731-538439 o a pinacoteca@comune.jesi.an.it. Prevista la diretta web sulle pagine Fb di Comune e Volontarja, oltre che sulla web tv comunale.