Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Andreea, l’audio inedito alla sorella del fidanzato: «Sto cercando di levarmi di mezzo»

Troppi mesi che Andreea manca da casa. Spunta un audio inedito inviato alla sorella del fidanzato Simone in cui rivela di volersene andare

Andreea Rabciuc

MAIOLATI SPONTINISi infittisce il giallo di Andreea Rabciuc, la 27enne di origini rumene che manca da casa dal 12 marzo scorso, quando ha partecipato a una festa in una roulotte davanti a un casolare sulla Montecarottese con il fidanzato Simone Gresti, 43 anni (unico indagato per sequestro di persona), Francesco il titolare della roulotte e Aurora, una loro amica. Una notte burrascosa durante la quale vi sarebbero stati anche momenti concitati e una brutta litigata con il fidanzato, poi Andreea si sarebbe incamminata – a detta dei presenti – sulla Montecarottese sparendo nel nulla. Da lì inizia il giallo. Da quella notte ormai troppo lontana.

Sono passati sei mesi, le indagini non si sono mai fermate. E adesso, spunta un audio inedito. Si tratterebbe di un vocale inviato con la messaggistica Whatsapp da Andreea alla sorella del fidanzato Simone, lo scorso dicembre, pochi mesi prima della scomparsa, con cui si sarebbe sfogata sulla loro storia burrascosa e sulla sua insofferenza. L’audio è stato trasmesso nel corso della trasmissione “Chi l’ha visto?” di Rai3.

«Sto cercando in tutti i modi di levarmi dai c… L’unica cosa che provo a fare è togliermi dal ca.. ci provo da tanto tempo. Cerco una soluzione per levarmi dai coglio.., lo so che Simone mi vuole bene ma siamo due cose che fanno dei casini..lui non ce la farà mai a vivere insieme a me». Nel breve whatsapp audio, stranamente spuntato solo adesso, la giovane avrebbe lasciato trasparire l’intenzione di volersi allontanare dal fidanzato. Secondo l’avvocato Emanuele Giuliani – difensore di Gresti – questo messaggio non solo mostra lo stato di inquietudine di Andreea, ma avvalorerebbe anche l’ipotesi dell’allontanamento volontario sebbene, come ricordato dai giornalisti di Rai3, gli inquirenti starebbero seguendo invece un’ipotesi investigativa diversa, ovvero quella che qualcuno l’abbia fatta sparire. Secondo i Carabinieri insomma, Andreea non se ne sarebbe andata da sola. Ipotesi respinta con forza da Gresti, il quale continua a dire che non le ha fatto nulla di male, che se n’è andata con le sue gambe e che non riesce a comprendere il motivo di quel messaggio. Anzi, attingendo ai social e ai profili della ragazza, ha evidenziato una recente amicizia in più (da 320 a 321 amici), anche se non avrebbe saputo individuare di chi si tratta. Un elemento che, a suo dire, dimostrerebbe che è viva, da qualche parte e che stia interagendo con i social.

L’avvocato Giuliani e il consulente dottor Andrea Ariola hanno sottolineato che durante l’estate non hanno mai fatto venire meno il loro impegno per cercare Andreea, riscontrando ogni tipo di segnalazione, informazione o suggerimento. Vi sono state segnalazioni di avvistamenti ad Ancona e in altre zone: «Abbiamo osservato i nostri protocolli per la verifica delle segnalazioni, ma non si sono rivelate corrette». Andreea non si trova, anche se Simone continua a sostenere che secondo lui si trovi in zona. E’ una speranza rimasta sempre accesa fino ad ora nel cuore di Georgeta, la mamma della ragazza, che però ora si lascia andare allo sconforto. «Dentro di me c’è sempre una speranza, ma sono troppi mesi che mia figlia manca, inizia a pensare che non ci sia più».