Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Amnesty Ancona festeggia a Jesi i suoi primi quaranta anni

Sin dal 1979, anno della sua fondazione, il gruppo è punto di riferimento per la “crescita della consapevolezza” rispetto al tema dei diritti umani a livello locale. Celebrerà l'anniversario al teatro Cocuje con musica e poesia

JESI – Quaranta anni per i diritti umani. Il gruppo Amnesty International di Ancona festeggia a Jesi il suo anniversario con musica e poesia. Domenica 15 dicembre, a partire dalle ore 16, note, immagini e parole si alterneranno, mescolandosi, sul palco del teatro Cocuje di via dell’Esino. Si parte con la presentazione della mostra che ripercorre la storia del sodalizio, attivo in tutta la provincia. Dalle ore 17, quindi, spazio alla musica con i Confini di Tela e le letture degli allievi del teatro ospitante, guidato dall’estro di Gianfranco Frelli.

Sin dal 1979, anno della sua fondazione, il gruppo Italia 34 di Ancona rappresenta a tutti gli effetti Amnesty International in città e provincia ed è punto di riferimento per «la crescita della consapevolezza rispetto al tema dei diritti umani a livello locale».
Esso garantisce infatti una capillare diffusione delle denunce dell’associazione, con il risultato di mobilitare persone nell’azione di protesta. Fa parte di una rete che lavora a livello nazionale ed internazionale, seguendo una precisa strategia e convogliando gli sforzi per opporsi a specifici abusi dei diritti umani.

C’è anche la possibilità, domenica 15 dicembre al teatro Cocuje, di gustare l’aperitivo-cena solidale a cura dell’Orto del Sorriso. Si può prenotare al 329.5399957 (Nicola), posti limitati. Il menù prevede lasagne veg e di carne, polpette veg e di carne, verdure pastellate, torta salata Ricotta/erbe, insalatina, torta di Compleanno e dolci della tradizione. Vino fermo e mosso, rosso e bianco.

Prossime iniziative, la fiaccolata in memoria di Giulio Regeni, il 25 gennaio 2020, nelle piazze di Ancona e Jesi.

La locandina dell’evento di Amnesty International