Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Allagamenti in via Roma, perché si verificano? Il Comune chiede lumi agli esperti

L'amministrazione Bacci ha conferito un incarico professionare per indagare le cause, e individuare le possibili soluzioni, dei problemi causati in via Monte Tabor dalle piogge

La parete crollata in via Roma (foto di Lorenzo Fiorentini presa dal gruppo Fb Jesi Ieri Oggi e Domani)
La parete crollata in via Roma durante l'alluvione di inizio settembre (foto di Lorenzo Fiorentini presa dal gruppo Fb Jesi Ieri Oggi e Domani)

JESI – Perché si allaga l’ultimo tratto di via Monte Tabor quando piove? È la domanda a cui il Comune vuole dare a tutti i costi una risposta. Così ha affidato un incarico professionale di circa 28 mila euro lordi a una società esperta in materia così da individuarne le cause e le soluzioni perseguibili.

In prossimità dell’intersezione con Via Roma, evidenziano da piazza Indipendenza, si verificano spesso allagamenti. Da indagini preliminari condotte congiuntamente con la Multiservizi è emerso che l’acqua è di origine piovana, e quindi la competenza è municipale, e non dell’azienda che gestisce il servizio idrico integrato. «Il problema – sottolinea l’amministrazione – non appare di facile soluzione andando ad interessare un bacino molto ampio che da Via Roma si estende fino a Colle Paradiso».

Alla ditta specializzata si è chiesto dunque di analizzare le cause degli allagamenti e di ipotizzare la soluzione alla criticità, comprensiva di quantificazione economica di massima dell’intervento proposto.

Si attendono intanto decisioni dalla regione relativamente all’alluvione di inizio settembre, per la quale il Comune ha chiesto lo stato di emergenza.