Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Musica elettronica su sfondo bucolico. Il rave party di Poggio San Marcello (VIDEO)

In contrada Coste il sabato del "Blackmoon Festival" con giovani provenienti dall'Italia e dall'estero. Daniele Canonici, il promoter: «Siamo una grande famiglia che non vuole problemi». Controlli dei Carabinieri

POGGIO SAN MARCELLO – Sole rosso fuoco per un tramonto che si prepara ad accendere la notte del “Blackmoon Festival“, contrada Coste. Sabato 19 agosto. Tutto ancora da vivere.

Scenario bucolico tra le nostre colline e, intorno al casolare di campagna che accoglie l’evento, camper, tende, auto. Il rave party è appena all’inizio.

La musica fa da cornice anche se è ancora presto. Sono in più di cinquecento ma è un numero destinato ad aumentare, a quadruplicarsi, nell’arco dei 4 giorni previsti, dal 18 al 21 agosto. Costo, dipende dalla serata. Si va dai 60 ai 30 euro. Ieri, sabato, per entrare ne servivano 50.

Daniele Canonici è il promoter, suo il casolare, sua l’iniziativa «quest’anno è la terza volta ma dal 2003 ne abbiamo fatta di strada con l’associazione culturale-musicale Goa Project. I nostri soci vengono non solo dall’Italia ma da tutta Europa. E qui, di recente, c’è stata anche una troupe statunitense a riprendere le nostre serate».

Daniele è anche un artista. Le sue sculture in legno hanno fatto bella mostra di sé a Palazzo dei Convegni, a Jesi, e ora adornano anche parte degli gli spazi verdi che circondano il rave party.

«Io non lo definirei così – sottolinea Daniele -, perché ha un significato negativo. Noi siamo una grande famiglia che non vuole problemi». Qui non sembra sia arrivata l’eco dell’arresto di Ancona, 113 dosi di ecstasy e speed pare destinati proprio a Coste. Ma il corriere, modenese, è finito in manette.

Intanto i Carabinieri, con reparti cinofili, presidiano il bivio che dalla strada dell’Acquasanta porta a contrada Coste.

I controlli dei Carabinieri con reparto cinofilo

Controllo anche per noi.

Negli spazi del Festival si cena. Forno a legna, pizze, bevande e ancora musica. Quella non smette mai.

La notte, come si dice, è ancora giovane.